LIBRERIA ANTIQUARIA BONGIORNO

  Via Lana 72 - 41124 Modena

Tel 059 244466 - mobile 335 5432936


mail: info@bongiornolibri.it

1947            70 Anni Ferrari           2017




IL 12 MARZO 1947 è il giorno del debutto su strada della prima Ferrari della storia.   Quel giorno, verso le quattro del pomeriggio, alla periferia di Maranello si levava un rumore di motore a scoppio, ma un motore strano che aveva cominciato a funzionare tossicchiando e poi era aumentato di intensità e tono fino a livelli mai sentiti prima da quelle parti. Era la macchina, ancor priva di carrozzeria, sulla quale Ferrari, uscendo a destra dal cancello dello stabilimento, si era lanciato sul rettifilo verso Formigine. Dopo alcuni km si era fermato, aveva invertito la marcia ed era rientrato in fabbrica dove tutti lo aspettavano ansiosi”. ( G. Rogliatti)


L’11 maggio 1947, fu il giorno del debutto in pista sul Circuito di Piacenza: la 125 S, con la S che indica la carrozzeria di tipo Sport, vide al volante Franco Cortese.


Un “insuccesso promettente”. Così Enzo Ferrari definì quel debutto, interrotto da un’avaria alla pompa di alimentazione mentre l’auto si trovava al comando della gara. Ma l’insuccesso durò giusto lo spazio di nove giorni: il 20 maggio 1947, nel Gran Premio di Roma, Franco Cortese portò la 125 S al successo, completando 40 giri per complessivi 137,6 chilometri alla media di 88,5 km/h. È la prima delle sei vittorie ottenute nel 1947, tra cui spicca anche quella di Parma con Tazio Nuvolari al volante.




 

ENZO FERRARI

1932 -1933


Fotografia originale di cm. 12x18 applicata su cartoncino con dedica:

Al grande meccanico  Cirillo Compagnoni e


Alfa Romeo 2300 8 cilindri della Scuderia Ferrari.

Enzo Ferrari con Tazio Nuvolari -


ENZO FERRARI: .... Dopo l’ arrivo, Tazio mi disse: “Per batterti mi hai costretto a lavorare come fino a ora non avevo mai fatto”. E gli fece eco il suo meccanico, quel Decimo Compagnoni che sarebbe divenuto negli anni successivi un personaggio pressoché leggendario quale “meccanico di Nuvolari”.


Nel 1931, al Circuito delle Tre Provincie, durante la gara Nuvolari superò un passaggio a livello a velocità sostenuta, riportando la rottura della molla di richiamo dell'acceleratore della sua Alfa Romeo 750 6 cilindri. Per proseguire la corsa, una gara a cronometro, Nuvolari guidò controllando sterzo, freno e frizione mentre il meccanico Compagnoni regolava l'acceleratore, tramite la cintura dei pantaloni fatta passare attraverso il cofano. Nonostante questa tecnica di guida ai limiti del praticabile, Nuvolari vince la gara superando un incredulo Enzo Ferrari, di 32 secondi.

PRIMO Annuario pubblicato dalla Ferrari.


Con il 1949 nasce la tradizione alla Ferrari di pubblicare annualmente fuori commercio “l’Annuario”, pubblicazione a bassa tiratura che veniva regalata ai dipendenti ed ai clienti.

Si tratta di una dettagliata relazione degli avvenimenti “Ferrari” dell’anno, con moltissime immagini fotogtafiche.


Molto raro. 

Alfa Romeo - Ferrari.


Disegno a tempera e acquarello di cm.  38,5x 52,5 su cartoncino.


Alfa Romeo monoposto, autovettura da competizione prodotta dall’Alfa Romeo  dal 1935 al 1936 e derivata dalla precedente P3. Fu progettata da Luigi Bazzi sotto la supervisione di Enzo Ferrari per contrastare la Mercedes-Benz nelle competizioni sportive.

Era equipaggiata da un motore 8 cilindri in linea da 3.8 L che erogava 330 CV (246 KW a 5.500 giri al minuto). Fu la prima vettura da corsa a montare bracci delle sospensioni indipendenti, di tipo Dubonnet, per le ruote anteriori.

Enzo Ferrari.


Le mie gioie terribili.


Rocca San Casciano,  Cappelli , 1962. Con sopvracop. illustrata.

PRIMA edizione.

Dedica autografa di Enzo Ferrari datata 14/1/1963 ad Alfredo Caniato, primo socio di Ferrari alla “Scuderia Ferrari” .

Più volte citato nel testo :

“... La  Scuderia nacque immediatamente da un’idea scaturita in una cena a Bologna nel 1929. Ebbe vita per 9 anni ... I primi soci, oltre a me , furono i due fratelli commercianti di canapa , i Caniato di Ferrara... “ (pagina 42 delle Mie gioie terribili).

Annuario 1952


Quando proprio cinque anni or sono, iniziammo la nostra attività, in cuor nostro non pensavamo affatto al Campionato del mondo...

Annuario 1956


... Riposa ora tranquillo, Dino mio caro, Ti ho ascoltato sai! Ti ho seguito con i Tuoi amici e con quel tricolore che Tu tanto amavi, il medesimo che garriva al vento nel cielo di Francia, annunciando una grande vittoria delle tue macchine rosse, nello stesso momento nel quale Tu raggiungevi il traguardo celeste della tua fugace esistenza...


Annuario 1957 


... Noi continueremo nel nome di tutti Coloro che nell’ansia della conquista hanno donato la vita. Se oltre la morte vivono le opere , molto lavoro ci attende ancora.

Annuario 1958

Con biglietto autografo di Enzo Ferrari listato a lutto.


Il titolo mondiale della Ferrari probabilmente più sorprendente fu quello conquistato da Mike Hawthorn nel 1958.


Alla fine del campionato Hawthorn, colpito nel profondo dalle morti di Musso e Collins, annuncia il suo ritiro dalle competizioni, ma non avrà il tempo di godersi la vittoria mondiale. Tre mesi dopo infatti il gentleman della Formula 1 perirà anch'egli in un incidente stradale, a 30 anni non ancora compiuti.

Annuario 1959


... Le corse ci hanno insegnato  a costruire automobili che oggi offrono ai 350 nostri collaboratori diretti un soddisfacente lavoro; ci hanno insegnato ad amare i motori, sempre generosi quando essi ricevono la prova della nostra fedeltà alla via maestra del perfezionamento tecnico...

Annuario 1960


... L’attività commerciale di questo anno è contraddistinta da una espansione su nuovi e più lontani mercati... mentre quella agonistica ci ha portato alla conquista per la settima volta, del massimo titolo riservato alle marche...

Annuario 1961


Con biglietto da visita di Enzo Ferrari listato a lutto.


A Monza, durante la disputa del Gran Premio d’Italia, ci fu uno dei più gravi incidenti della storia delle corse. Nel primo giro il pilota della Ferrari Wolfang Von Trips entrò in collisione con Jim Clark alla staccata della parabolica e la sua vettura uscì di pista schiantandosi contro le reti di protezione, dietro alle quali si trovavano numerosi spettatori. Oltre al pilota persero la vita altre 14 persone e la Ferrari non partecipò per lutto ai successivi due gran premi. Quello di Monza rimane il più grave incidente del Campionato Mondiale di Formula 1 ed il primo ad essere trasmesso in televisione.

Annuario 1962


... Con la passione che è condivisa dai miei collaboratori, penso di potere ancora fare qualche cosa per lo sport dell’automobile...

Annuario 1963



... Il dovere che oggi noi sentiamo è di non tesaurizzare questa nostra esperienza, ma di consegnarla al campo produttivo intatta...

Annuario 1964.


Con biglietto da visita di Enzo Ferrari - dott. ing. honoris causa - cavaliere del lavoro.


... fedeli a una tradizione che è il preminente obbiettivo della nostra vita, abbiamo continuato la nostra strada, a dispetto delle manovre ovattate, delle ambiguità interpretative , delle facili promesse...

Annuario 1965.

Con un biglietto autografo di Enzo Ferrari.


... Con i nostri limitati mezzi noi restiamo al nostro posto  e salutiamo sportivamente il prolificarsi di agguerrite concorrenze, convinti come siamo che dalla emulazione scaturiscano le più belle conquiste umane...

Annuario 1966

Con biglietto da visita di Enzo Ferrari


... Il nuovo ciclo nell’agonismo automobilistico è in atto; a noi ha permesso di riconoscere gli amici. Oggi sappiamo su chi possiamo contare, e con questi amici e con i nostri collaboratori , che non sono inferiori agli altri , la nostra fiducia nel futuro è ancora più viva...

Annuario 1967


Con un biglietto autografo di Enzo Ferrari listato a lutto per la morte del primo pilota Lorenzo Bandini.


... Il nostro preminente scopo resta quello di contribuire, indipendentemente dalle classifiche dei campionati, alla evoluzione del progresso tecnico con l’attualità della nostra ricerca; questo è l’unico impegno che ci assumiamo e ad esso dedicheremo la nostra passione di sempre...

Annuario 1968-69-70


... Il 18 giugno dello scorso anno ho incontrato a Torino il Presidente Gianni Agnelli per l’atto risolutivo del futuro della Ferrari. A Maranello io ho dato solo il nome di una fabbrica di automobili conosciuta in tutto il mondo , pensavo, la Fiat realizzerà una vera fabbrica di automobili ...

Annuario 1975


Ferrari- Mondiale 1975.

Con biglietto da visita di Enzo Ferrari con scritta autografa “molti auguri 1976”.


... Ogni alloro iridato ha puntualmente imposto a noi della Ferrari rinnovate responsabilità, nel tentativo di mantenere la preminenza conseguita di fronte alla mondiale concorrenza...



Enzo Ferrari.

Le mie gioie terribili

Rocca San Casciano, Cappelli, 1962.


PRIMA edizione. Piena pelle rossa.  Con firma autografa di Enzo Ferrari.

Enzo Ferrari.

Le mie gioie terribili

Rocca San Casciano, Cappelli, 1963.


Terza edizione. Bella dedica autografa di Enzo Ferrari.

Enzo Ferrari.

Le mie gioie terribili

Rocca San Casciano, Cappelli, 1965.


Quinta edizione. Firma autografa di Enzo Ferrari al frontespizio.



Enzo Ferrari.

Le briglie del successo

Sesta edizione Novembre 1966

Dedica autografa di Enzo Ferrari allo scultore Marino Quartieri, esecutore delle sculture  nella tomba della Famiglia Ferrari e del monumento dedicato a Enzo Ferrari a Modena.

Enzo Ferrari.

Le briglie del successo.

1970. Ottava edizione. Con biglietto di Enzo Ferrari.

Enzo Ferrari.

Il Flobert.

Modena. Arbe, 1976.

Prima edizione fuori commercio di 1000 esemplari. Biglietto di Enzo Ferrari.

Enzo Ferrari.


Ferrari 80 .

Modena 1979/80. Prima edizione di 1000 copie fuori commercio.

Dedica autografa di E. Ferrari datata Dicembre 1979.

Enzo Ferrari.


Ferrari 80 .

Modena 1981.

Dedica autografa di E. Ferrari datata Dicembre1979.

Enzo Ferrari.

Piloti che gente.

Modena , Arbe, 1983.

Prima edizione di 2500 copie . Custodia originale in cartone.

Enzo Ferrari.

Piloti che gente.

Modena , Arbe, 1987.

Sesta edizione.


FERRARI 1974.


Edizione a tiratura limitata, le copie non sono in vendita.


Enzo Ferrari.


Ferrari 80 .

Modena 1979/80. Prima edizione di 1000 copie fuori commercio.

Con biglietto di Enzo Ferrari con la scritta autografa “molti auguri”

Raccolta di 5 agende in pelle originali  della Ferrari.


Questo tipo di agenda è il regalo ai dirigenti Ferrari e ai clienti.


Anni 1998- 1999 - 2000- 2001.

Valigia “24 ore” originale  “Ferrari” in raso nero e pelle.

Tappi originali   e stemma smaltato per auto Dino Ferrari

Serie di adesivi, piastre in cuoio ecc. originali  del Club  Ferrari

Prezzo della collezione:  € 28.000

Mail:

info@bongiornolibri.it


tel. 059  24  44 66

mobile 3355432936

Per visualizzare le liste precedenti cliccare all’inizio di questo elenco  sul mese.

Chi non riceve l’avviso dei nostri listini mensili può farne richiesta  a :


info@bongiornolibri.it