LIBRERIA ANTIQUARIA BONGIORNO

  Via Lana 72 - 41124 Modena

Tel 059 244466 - mobile 335 5432936


mail: info@bongiornolibri.it

paolobongiorno1@tin.it

Marzo

 

Telemaco Signorini 1835 - 1901



99 Discussioni artistiche di Enrico Gasi Molteni (anagramma di Telemaco Signorini).

Firenze, Tipografia dell’Arte della Stampa di Salvatore Landi, 1877.


In 8vo quadrato (cm. 17); carte 7 nn. + XCIX + 4 cc. non numerate (complessivamente pagine 220).


Bellissimo ritratto di T.S.  color sanguigna in litografia eseguito da Giovanni Boldini; elegante frontespizio a 2 colori; 99 superbi capilettera disegnati, appositamente per questo libro, da Telemaco Signorini.

Bella copia.

€ 450






André Gretry.


Mémoires ou essais sur la musique par le C.en Grétry, Membre de l’Institut National de France...


Parigi, Imprimerie de la Republique, Anno V Pluviose (1796/1797). Tre volumi in 8vo (cm. 19,2); belle legature recenti in piena pelle a 5 nervi con fregi e tit. in oro; pp. (4), VIII, 441 (1); (4), XXII, 419 (1); (4), 516. 


PRIMA edizione completa. Gretry, compositore franco-belga, studiò a Liegi violino, clavicembalo e composizione; in seguito, venuto in Italia con una borsa di studio, fu allievo di G.B. Casali a Roma ed ebbe contatti con padre Martini e N. Piccinni. La spiccata sensibilità scenica, la grazia e la spontaneità melodica gli attirarono fama e successo duraturo; ebbe l’ammirazione, fra gli altri, di Diderot e di Rousseau. Nel 1789 pubblicò a Parigi “Mémoires... sur la musique”. Questo volume contiene la storia della sua vita e delle sue opere.   Nel 1796/1797 aggiunse altri 2 volumi.  € 750

Esemplare regalato da Filippo de Pisis a Massimo Bontempelli



Filippo de Pisis

La Città dalle 100 Meraviglie. Ovverosia “I misteri della città pentagona”



Casa d'Arte Bragaglia (stampa: S.P.E.R. Stabilimento Poligrafico Edit. Romano), 1921.


In 4to, brossura editoriale illustrata da un bel disegno b.n. di A. Zucchini raffigurante Ferrara, dorso muto e indicazione di tipografia al piatto post. Edizione originale, raccolta di prose (mini - racconti, aforismi, sentenze).


Una delle rare copie con il disegno di copertina acquerellato da Filippo de Pisis  


Ottimo esemplare arricchito di una dedica dell’autore:

A Massimo Bontempelli, il suo miglior lettore, con buona e schietta amicizia l’a.

€ 2300

Pianta topografica della città di Venezia.


Pianta topografica della città di Venezia con XIX de suoi principali prospetti.

Al Nobil uomo Francesco Calbo Cotta, Podestà della Reggia Città di Venezia.

In Milano, da Santo Vallardi Editore, Piazza de Mercanti Milano ed in Parigi... ed in Venezia.


Bella carta topografica della prima metà dell’Ottocento con  l’astuccio originale in cartone colorato, etichetta manoscritta. 

Affascinanti vedute di Venezia incise.  La carta misura Cm. 61,5x80, è ripiegabile ed  è montata dall’origine su tela azzurro/blu.

Ottimo stato di conservazione. € 300





Gio Ponti


Aria d’Italia. Espressione di Gio Ponti.


Milano, Daria Guarnati editore, 1954.


In folio (cm.35); copertina originale plastificata; foglietto giallo editoriale,  pp. 150 +26 non numerate.


PRIMA edizione  di questa importantissima pubblicazione sull’attività di Gio Ponti. Completamente illustrato. € 380

Sigismondo Caula Pittore




Compilazione delle prove di discendenza della Nobile Famiglia Medici Caula.


In Modena, Presso la Società Tipografica, 1792.

In 4to grande, (cm.26,5); bella cartina colorata coeva; pp. 53 (1) + una grandissima Tavola Genealogica della Famiglia Caula di  metri 2  x 0,45 più volte ripiegata.  € 570


Sigismondo figlio di Sebastiano ... fu celebre pittore e marito della Teresa di Nicolò Muratori ...

Edwin Cerio



Love story of the blue lizard by Edwin Cerio.


Le lucertole blu. Cartoncino animato da Edwin Cerio. Le pagine dell’Isola di Capri.


Presso Edwin Cerio Editore del Cielo del Mare della Terra e di tutte le cose di Capri, 1944.


Prima edizione nella rara tiratura di lusso su carta uso mano.

Cartone rigido originale con sovracop. con xilografie originali a colori ai due piatti. € 500


Dedica del primo gennaio 1945 di Palma (Bucarelli) critica e storica dell’arte italiana e mitica direttrice della Galleria Nazionale d’arte moderna di Roma; detta    “L’Imperatrice di Capri”.





Leonardo Sciascia.


Morte dell’inquisitore


Bari, Laterza, 1964.


In 8vo (cm. 20,6); copertina originale con sovracoperta; pp. 98, (6). PRIMA edizione.

Bella copia. € 130

Ex libris Renzo Bonfiglioli



De Utilitè de la Flagellation dans la Médeicine et dans les plaisirs du Mariage, et des fonctions des lombes et des reins; ouvrage singulier, traduit du latin de J. H. Meibomius, et enrichi de notes historiques, critiques et littéraires, d’une introduction et d’un index. 

Londres, 1801.


In 8vo (cm.19); mz. pelle inizio Novecento a 5 nervi con tit. e fregi in oro; pp. 100.

Ex libris Giuseppe Bolasco, altro ex libris di Renzo Bonfiglioli, noto bibliofilo ferrarese .

€ 300

Tavole parolibere FUTURISTE


F.T. Marinetti presenta


Nuovi Poeti Futuristi. L. Catrizzi, S. Cremonesi, E. Dolfi, Escodamè, Farfa, Fillia, Folicaldi, G. Gerbino. G. Guatteri, E. Mainardi, A. Maino, O. Marchesi, F.T. Marinetti, G. Sanzin, C. Simonetti, A. Vianello.


Roma, edizioni futuriste di “Poesia”,  1925.

In 8vo (cm. 20,5); copertina originale stampata; pp. 361 81) + 5 tavole PAROLIBERE  (alcune più volte ripiegate) di grande inventiva futurista.


PRIMA edizione di questa importante rassegna di poeti futuristi con molta attenzione alla “pagina Parolibera”.


Lieve mancanza nella parte bassa del dorso, ma bella copia. € 780



CAVALLERIA


Giorgio Basta .



Il Governo della Cavalleria leggiera . Trattato originale del Conte Giorgio Basta, utile a Soldati, giovevole à Guerrieri, e fruttuoso à Capitani, e curioso a tutti. Consacrato al M. Ill. Sig. Padrone singolarissimo  il Sig. Giacomo Fagnani.

In Milano, appresso Gio Batt.  Bidelli, 1625.

In 8vo (cm. 17); cartone colorato coevo; pp. (8), 107 (5).   Leggeri aloni ad alcune carte, ma buona copia molto genuina. € 450


G. Basta nacque intorno al 1540 a Rocca, in Terra d'Otranto, benché una tradizione bibliografica lo voglia nato nel Monferrato, a Rocca sul Tanaro.


Il governo della cavalleria leggera è senza dubbio l'opera più importante del B.: essa rappresenta nell'intera Europa il primo regolamento organico della cavalleria leggera, la sanzione teorica di un processo - del quale il B. era stato tra i principali protagonisti - attraverso cui la cavalleria si era andata liberando dagli stretti legami operativi con le fanterie, secondo la prassi militare del sec. XVI. Ma in molti aspetti l'opera del B. è anche largamente anticipatrice di sviluppi ulteriori, specialmente nella concezione che la cavalleria leggera deve essere "la pupilla degli eserciti" e nella ribadita necessità di un costante coordinamento dei movimenti della cavalleria con quelli delle altre armi: teorie, queste, largamente riprese da Raimondo Montecuccoli.



SIEMENS


Produzione Radio - TV 1955 -1956.


Fascicolo pubblicitario della Siemens - Società per azioni Milano (Via Filzi,29).

Edizioni Studio SP.

In 8vo (cm.20); copertina a colori, pp. 20 illustrate a colori con grafica moderna.  € 65

Opifici a Vapore - Ferrara


Ing. G.B. Bianco. Prospetto dello Stabilimento di Opifici a Vapore fuori di Porta S. Paolo di Ferrara.

Ing. G.B. Bianco ideò, diresse, disegnò. G. Wenk incise a Bologna.

Un piccolo strappo senza mancanze. € 160


Grande litografia di cm. 30x45 della metà dell’Ottocento.


Sulla riva orientale del Po di Volano, fuori Porta Reno, sorgeva un casino di villeggiatura acquistato da Giovambattista Borromei, l’unico tra i promotori dell’iniziativa intrapresa nel 1846 ad avere avuto la costanza di portarla a termine, con l’intenzione di realizzarvi un grande impianto a vapore per la macinazione dei cereali. Il mulino, progettato da Giovambattista Bianco, venne inaugurato nel dicembre del 1856, nonostante i lavori di ristrutturazione non fossero ancora giunti al termine. Vi si accedeva per via d’acqua, salendo due scalinate a volute, scavate lungo la sponda del Volano, che conducevano al corpo centrale della fabbrica, occupato al piano terreno da tre caldaie, due funzionanti ed una di riserva, da cui si innalzava una ciminiera alta oltre trenta metri, in seguito scomparsa. Tre motrici a vapore e quattro macine occupavano l’ala destra del piano terreno mentre al piano superiore erano alloggiati i monditoi, i buratti, i granai e le abitazioni degli operai. Restavano da costruire, secondo il progetto redatto da Bianco, l’ala sinistra simmetrica ma destinata alla brillatura del riso e due darsene coperte che si allungavano verso il fiume partendo dalle estremità del fabbricato destinate a deposito del combustibile, dei grani e delle farine. Erano stati previsti locali da utilizzare per altre attività quali una filanda, una cartiera, una falegnameria ed alcuni servizi di supporto come una stalla, uno spaccio ed una trattoria.


Nel 1880 gli ottanta operai impiegati, coprivano con i loro turni l’arco dell’intera giornata e garantivano la macinazione di cinquecento quintali di cereali. Nonostante l’organizzazione del ciclo produttivo, il mulino non riuscì a varcare la soglia del secolo. 

Causa Armena


Domenico Maria Pellegrini   - Marsili - Serpos -


Lettera d’un teologo pacifico ad un Teologo amico che gli chiedeva una breve informazione della Causa ARMENA. Introdotta dal Signor Marchese Serpos presso la S. Congregazione de Propaganda. E specialmente su lo stato della Chiesa ARMENA.


In Venezia, presso Antonio Zatta e Figli, 1787.

In 8vo (cm. 18); elegante legatura in piena pelle maculata del Settecento, fregi e tit. in oro al dorso; pp. XL. Tagli rossi. € 240

Giornale di Gabinetto per l’anno 1819.


Bellissimo calendario per l’anno 1819  di cm. 27x40 circa.


Milano, presso Pietro e Giuseppe Vallardi, Contrada di Santa Margherita, n. 1101.


€ 450

Edizione Tallone


Dante Alighieri.

Rime.


Alpignano, Tallone, 1965. In folio (cm . 33,5); astuccio originale e camicia; cop. orig. con velina protettiva; pp.167 (7).


Bella copia. € 180


Questa edizione delle “Rime” di Dante, a cura di Francesco Flora, esce in occasione del settimo centenario della nascita del Poeta.


Queste  “Rime” di Dante sono state composte a mano con carattere Caslon corpo 24 della Fonderia Radiguer di Parigi.    Sono stati tirati 434 esemplari.

La nostra copia è una delle 375 su carta delle manifatture Ventura di Cernobbio.

Farmacopea del Cinquecento


Jacobus Sylvius - Jacques Dubois (1478-1555).


De Medicamentorum simplicium delectu, praeparationibus, Mistionis modo, Libri tres.... Cum indice omnium rerum hoc opere memoratarum, ampliss.

Lugduni, apud Ioan. Tornaesium et Gul. Gazeium, 1555.       € 680


In 24mo (cm. 11,8); legatura del Seicento in piena pelle; pp. 442 + 34 pp. nn. d’indice + 2 carte bianche.

  1. J.Dubois è stato anatomista e medico francese, uno dei principali maestri di Vesalio.

Seguace delle teorie galeniche, fu innovatore e propulsore degli studi anatomici in Francia.


Cardamomi semen, Cerae delectus, Citria mala, Cotonea, Gallinacci nutritio, Gummi Arabici muccago, Tritura, Iris Illyrica, Opium, Pilule stomatichae, Porcorum nutritio, Radicum purgatio, Rosarum delectus, Rosarum infusio, Syropus Bizantinus, Syropus acetatus cum radicibus, Tamaricis cortex, Violarum infusio, Unguentum regis...


Divisionismo


Gaetano Previati.


I Principii Scientifici del Divisionismo (La Tecnica della Pittura). Con 90 figure intercalate nel testo.

Torino, Bocca, 1906. In 8vo (cm. 23); copertina originale stampata .; pp. (4), 266 (2). Bellissima  copia.   € 580



PRIMA EDIZIONE del maggior trattato teorico dedicato alle innovative tecniche pittoriche del Divisionismo, il più importante movimento artistico italiano di fine Ottocento, che si pone come un vero e proprio spartiacque fra la tradizione ottocentesca e le avanguardie moderne.


Nei Principii, che furono più volte ristampati e tradotti in francese già nel 1910, l’autore affronta da un punto di vista insieme pittorico e scientifico la scomposizione ed acquisizione dei colori da parte dell’occhio umano. L’artista è quindi chiamato a dipingere creando un reticolo di colori che deve essere ricomposto dalla retina dell’osservatore. 

(F. Govi, I classici che hanno fatto l'Italia, Milano, Regnani, 2010).

Raccolta di brindisi


EVVIVA. Raccolta di brindisi per tutte le occasioni. Inviti a bere, Apostrofi al Vino, Novelle, Aneddoti, facezie, epigrammi, proverbi, ec. ec. Per tenere allegre le Brigate. Compilate da D. BUONTEMPONE.


Trieste, Tipografia Italiana, 1864. In 24mo (cm. 13,3), cartina originale stampata ; pp. 128.  € 180


... Per l’Aleatico, Pel Conegliano, Per la Malvagia, Pel Prosecco, Pel Lacrimacristi, Pel Vino Santo, Pel Vini grechi, Pel Vin di Chianti, Pel Nebiolo, Pel Frontignan, Pel Refosco d’Isola d’Istria, Pel Moscato, Pel Madera, Pel vino d’Asti, Pel Montepulciano, Alla Verdea, Alla Sciampagna, Pel vin di Servola, Rinunzia ad Amore pel Vin di Borgogna...


Brindisi Natalizi, Per Nozze, Per Capo d’anno, Alla bella Signora, Per recuperata salute, Per Nascita, Per Compleanno, Ad un Cacciatore, D’un cliente al suo Avvocato...

Madame Favart

Annete et Lubin Comedie en un acte. Melée d’Arriettes & de Vaudevilles. Par Madame Favart & M***.

A Milan, chez Joseph Galeazzi, 1765. Pp. 46 (2)


Les Deux Chasseurs et la Laitiere ; Comedie en un acte , Melée d’Ariettes par Monsieur Anseaume.

A Milan, chez Joseph Galeazzi, 1765. Pp. 23 (1)


Le Tonnelier Comédie en un acte melée de petits airs . Revue , corrigée, & telle qu’elle a été représentèe à Paris, par les Comédiens Italiens ordinaires du Roi.

Paris, chez Durand, 1773. Pp. 39 (1)


Zemire et Azor Comedie Ballet. En vers et en quatre actes Mélée de chants & Danses représentée devant Sa Majesté à Fontainbleau le 9 Novembre 1711. Et a Paris par les Comédiens Italiens ordinaires du roi, le 16 Decembre suivant.

Les paroles sont de M. Marmontel. La Musique est de M. GRETRY.

A Paris, 1773. Pp. 40.


Quattro libretti legati insieme all’epoca in bella legatura   in pergamena rigida. € 580





FUTURISMO


Fernando CERVELLI.


Risate Esplosive con una prefazione sintetica di F.T. Marinetti dell’Accademia d’Italia. Futurmanifesto contro le Barbe, Parole in libertà, Maschere futuriste... Vietato l’ingresso ai minorenni e a tutti i ruderi barbuti imperlati di acida sapienza.

Roma, Futuredizioni “Le Smorfie”, 1933. In 8vo grande (cm. 24,3); copertina originale stampata; ritratto di F.T. Marinetti a piena pagina su carta lucida; pp. 175 (5); con due tavole fuori testo su carta lucida. Illustrazioni anche a piena pagina : FuturBalla ritratto esplosivo del poeta Fernando Cervelli; Galoppata di Spaghi. Bella dedica autografa a tre colori che occupa tutta la prima carta bianca.

Facsimile di firma a p. 175 sotto la scritta a stampa: Con vivissimi rallegramenti auguri futuristi mi dedico questo libro.         € 570

BODONI


Giambernardo De Rossi.



Esame delle riflessioni teologico-critiche contro il libro della vana aspettazione degli Ebrei del loro Messia dal compimento di tutte le epoche.


Parma, dalla Stamperia Reale, 1775. In 4to (cm. 24); cc. nn. 4, pp. 87, (1). Brooks, 76. € 450


L’opera fu attaccata con violenza estrema da due domenicani, G. Masi e L. Ceruti, in un'opera anonima pubblicata a Venezia l'anno successivo: Riflessioni teologico-critiche contro il libro del teologo Giambernardo De Rossi Della vana aspettazione ... stampato in Parma.


Espressione, verosimilmente, della reazione all'atteggiamento di tolleranza del Ganganelli, l'opuscolo accusava il D. di essersi "immerso nella lettura dei Rabbini" e di esser "caduto in non pochi errori di costoro" difendendone la buona fede e mostrando "una soverchia, nauseante circospezione a non offendere questi empi", atteggiamento che "fa ribrezzo".


Il D. dovette averne conoscenza prima della stampa poiché scriveva da Parma al Paciaudi (Tamani, Cart. D.-Paciaudi, p. 290) di essere occupato "per la risposta di due frati, per le iscrizioni stravagantissime, per la dissertazione ..."



FUTURISMO


Fillia (Luigi Colombo)


Gli ambienti della nuova architettura.


Torino, Unione Tipografico Editrice Torinese, 1935. In 4to  (325), pp. (2), 310, (26). Legatura originale in cartone rigido stampato a 2 colori; 10 tavole a colori f.t. e 471 illustrazioni  riproducenti progetti architettonici, edifici, ambienti, molti dei quali realizzati da artisti futuristi (fra cui Fortunato Depero).


PRIMA edizione  curata dal  futurista Fillia  sulle avanguardie architettoniche dei primi decenni del ‘900 e gli ambienti da esse ideati. Prefazione di Marinetti. Testi di  Oriani, Sartoris, Fillia, Diulgheroff.


Tavole di Bega,  Libera,  Oriani,  Sartoris,   Diulgheroff, Labò,  Pagano, Prampolini, Ro,  Albini, Ponti,  Dottori, Benedetta, Depero, Pozzo, Thayaht,  ecc. Architetture di negozi, edifici pubblici e privati, plastiche murali, costruzioni pubblicitarie. 


Bellissima copia, come nuova. € 1400

Economia


Lodovico Ricci.


Riforma degl’ Istituti Pii della Città di Modena.


In Modena, per gli  Eredi di Bartolomeo  Soliani, (1787). In 8vo (cm. 21)  VII (1), 221 (3) Cartonato coevo. Bella copia con barbe.  PRIMA  edizione.   € 500


Le idee che in essa si espongono fanno del Ricci un precursore di Malthus:


"Questi principi hanno molta affinità con quelli sviluppati undici anni dopo, nel 1798, dal Sig. Malthus nella sua opera sulla popolazione". Pecchio, p. 250.


Dell’Albergo dei Poveri di Modena; Delle orfane di San Geminiano; Del cimitero; De’ Pazzi di Modena e in Reggio; Del Sussidio dei carcerati; De’ Fanciulli esposti ed illegittimi; Del collegio, ossia ritiro delle Cittadine; Del Sussidio delle Arti; Del patrimonio degli invalidi; Delle nuove massime dell’Economia e della Contrattazione; Degli Appalti e delle Subaste ...

Salvatore Quasimodo.


Oboe sommerso.


Genova,  Edizioni di "Circoli", 1932.


In 8vo (cm. 20,3);  copertina originale, pp. 121, (7).

DEDICA AUTOGRAFA  di Quasimodo all'occhietto “a R. B. che ama la sua terra e i suoi poeti. Imperia, Settembre  1932” (nel 1931 il poeta aveva lasciato Firenze per trasferirsi a Imperia, dove lavorò presso il locale Genio Civile). € 1200


PRIMA edizione, in  515  copie numerate, della seconda raccolta lirica di Quasimodo che si inserisce perfettamente nel clima ermetico di quegli anni.

Rivoluzioni di Napoli


Alessandro Giraffi.


Le rivolutioni di Napoli. Descritte da Signor Alessandro Giraffi con pienissimo ragguaglio d’ogni successo, e trattati secreti e palesi. Di nuovo ristampato e ampliato con l’aggiunta delle Capitolazioni seguite tra il Vicerè, e Popolo di essa Città. Insertovi parimente nel fine del presente Libro la traduzione di tutte le lettere, che in esso si contengono, dallo Spagnuolo in Idioma Italiano per più comodo e intelligenza di chi legge.


In Parma, per Paolo Monti, 1718. In 12mo (cm. 14); cartonato coevo; pp.311. Buona copia.  € 160

Danza Mimo Aerea ed i Silfi danzanti


Locandina del Teatro del Corso di Bologna. Cm. 15,5x23 circa.

Penultima rappresentazione per la sera di Sabato 25 Settembre 1847.


RICCARDO HEMMING coi suoi tre ragazzini ... si riprodurrà variando in parte la così detta DANZA MIMO AEREA ed i SILFI DANZANTI 


La suddetta Danza avrà luogo fra i due atti del Vaudeville La Figlia del reggimento...


Biglietto d’ingresso baiocchi 13...  € 90

Esemplare appartenuto alla Contessa Liberina Salimbeni di Modena


Ippolito Nievo 

Le Confessioni di un Ottuagenario

Firenze,  Le Monnier,  1867. Due volumi in 16mo (cm. 17,8), pp. (4), XVIII, 498; (4), 596 (2); legatura coeva  in tela a 4 nervi con titolo  in oro.   Piatti con cornici a secco;  in oro ai dorsi C. L. S. (Contessa Liberina Salimbeni).


PRIMA edizione  di uno dei maggiori romanzi della letteratura italiana,  composto dal giovanissimo scrittore in soli otto mesi, tra il 1857 e 1858, e pubblicato postumo.  € 1200


La narrazione si svolge in prima persona ed è divisa in ventitre ampi capitoli, ciascuno dei quali è preceduto da una sintetica rubrica. L'insieme costituisce l'autobiografia immaginaria dell'ottuagenario Carlino Altoviti, le cui vicende personali si intrecciano con gli eventi politici, dalla caduta della Repubblica di Venezia  alla dominazione francese, alla Restaurazione, alle cospirazioni e alle battaglie del Risorgimento, fino al 1858. Quando N. vi si abbandona alla descrizione di caratteri visti attraverso «quel lume di fiaba che è il ricordo», o attinge alla sua diretta esperienza, si delineano felici consonanze dell'ambiente col protagonista, nascono figure indimenticabili (la Pisana, Clara, Giulio del Ponte), interni di mitica bellezza (la cucina di Fratta). Allorché, al contrario, gli eventi storici narrati (dalla caduta della Repubblica di Venezia al 1858) prendono il sopravvento sulle figure, la vastità della tela non è più dominata dall'autore, che indulge allo straordinario e allo scenografico.

TAROCCHINI BOLOGNESI


Carlo PISARRI.


Istruzioni necessarie per chi volesse imparare il giuoco dilettevole delli Tarocchini di Bologna.


Bologna, per Giuseppe Lucchesini, primissimi anni dell’Ottocento.

In 12mo (cm. 15,3); bella carta colorata coeva; pp. 96.    € 380

TAROCCHINI BOLOGNESI


Ventiquattro carte da gioco di un mazzo di tarocchini bolognesi della prima metà dell’Ottocento.


€ 350

Come vivere alcuni secoli


Arnauld de Villeneuve - Harcovet de Longeville.


Histoire des personnes qui ont vecu plusieurs siecles et qui ont rajeuni avec le secret du rajeunissement. Tiré d’Arnauld de Villeneuve et des Régles pour se conserver en santé & pour parvenir  un grand age. Par Mr. de Longeville Harcovet.


A Paris, chez Veuve Carpentier & Laurent le Comte, 1716. Se vend a Bruxelles chez Jean Leonard...

In 12mo (cm. 13,4); pergamena rigida coeva con unghie, taglio azzurro/verde; antip. incisa; pp. (14), 248.         € 350



Giacomo Leopardi


Paralipomeni della Batracomiomachia di Giacomo Leopardi.

Parigi, Libreria Europea di Baudry, Quai Malaquais, 1842.


In 16mo  (cm. 18,5); copertina originale stampata; pp. 136. Lievi arrossature, ma bella copia.


Una parte delle copie sono l’edizione originale acquistata da Le Monnier a Parigi e ricopertinate; finite queste, Le Monnier la ristampò lasciando i dati tipografici di Parigi, ma correggendo gli errori e non inserendo l’ultima carta di “errata” (nostra copia). € 180

Mazzatinti-Menghini p. 142


COSTUMI ROMANI




Charles Hullmandel  (1789 - 1850)  & Bartolomeo Pinelli.


Roman Costumes Drawn from Nature by Pinelli and C. Hullmandel on Stone by C. Hullmandel.


London, C. Hullmandel for Rodwell & Martin s.d. (1820).

In folio (cm. 43);  legatura dell’epoca in mz.pelle  con punte e tit. in oro al dorso; 24 bellissime litografie a colori  + una pagina in litografia per il titolo.  € 1900


Charles Hullmandel (1789-1850) è stato un litografo inglese.


Personaggio fra i più importanti per l'evoluzione tecnica della litografia britannica del primo Ottocento,  Hullmandel era figlio del compositore tedesco Nicolas-Joseph Hüllmandel  e della ricca ereditiera francese Camille Aurore Ducazan che, sposatisi a Parigi nel 1797, allo scoppio della  Rivoluzione francese fuggirono a Londra dove nacquero appunto Charles Joseph e la sorella Evalina (che seguì poi le orme paterne diventando insegnante di pianoforte e compositrice). Dopo aver trascorso parecchi anni nell'Europa continentale apprendendo i procedimenti d'incisione, lavorò presso il suo studio londinese al numero 51 di Great Marlborough Street dal  1819 fino alla morte producendo migliaia di stampe che portano il suo nome.


Inventato solo una ventina d'anni prima in Baviera, il processo litografico  stava conoscendo proprio in quel periodo una rapida diffusione insieme con una serie incessante di miglioramenti tecnologici, cui Hullmandel diede un indubbio contributo.


Il metodo di riproduzione da lui elaborato consentiva infatti un'ottima resa grafica anche per i colori tenui, permettendo così l'impressione delle varie sfumature espressive e gli esiti della pittura ad acquarello.  Gli fu perciò possibile stampare le opere di quella pittura paesaggistica  tipica dell'arte romantica  resa particolarmente popolare in Inghilterra da William Turner.  Eccezionali in campo artistico, le stampe di Hullmandel furono particolarmente ricercate anche per le opere di storia naturale, geografia e geologia.



Denti


Paolo Gresset - Cesare Campani


Il Dentista delle famiglie o manuale d’igiene della bocca di Paolo Gresset. Prima traduzione italiana con alcune note per Cesare Campani.

Firenze, a spese del traduttore, 1846.

in 16mo (cm. 16,3); cartina coeva colorata; pp. (2), 203 con 4 tavole di figure.  Con un formulario delle preparazioni per la nettezza e cure della bocca. € 270


Polveri dentifricie , Oppiato tonico, Oppiato a base acida, Liquori ed elisiri...

Barbiere di Siviglia

Giovanni PAISIELLO



Il Barbiere di Siviglia ovvero la precauzione inutile. Dramma giocoso per musica da rappresentarsi nel Real Teatro di Caserta per divertimento delle MM. LL.


In Napoli per Vincenzo Flauto, 1783. In 8vo (cm. 21); cartoncino con bella carta goffrata dorata (anche i contropiatti ma con mancanze); pp. 69, (1).


La musica è del Signor Giovanni Paisiello, diretta dal Signor D. Pasquale Cafaro, maestro di cappella di Camera delle MM. LL., e primo Maestro della Real Cappella. Il concerto è del Signor D. Giambattista Lorenzi, Direttore per la comica del Real Teatrino di camera delle suddette MM. LL.... Inventore, ed architetto delle scene il Sig. Domenico Chelli... Figaro, barbiere in Siviglia, il Signor Giovanni Morelli; Il Conte di Almaviva, grande di Spagna... il Sig. Domenico Mombelli; Rosina, orfana e pupilla di Bartolo, amante di Lindoro, La Sig.ra Celeste Coltellini...



PRIMA rappresentazione in Italia. La prima rappresentazione assoluta ebbe luogo il 15 settembre 1782 al Teatro dell’Ermitage presso la corte imperiale russa di Caterina la Grande.  € 1200

Enrico Cardile  - Gian Pietro Lucini


Per Gian Pietro Lucini.

Lucini: Autologia - Ultime volontà.

Scritti di Innocenzo Cappa, Enrico Cardile, Giuseppe Cartella Gelardi, Felice d’Onofrio, Carlo Dossi, Francesco Francavilla, Mario Garea, Giuseppe Gerace, Hrand Nazariantz.


Rivista Artistica, Critico Letteraria. Bari Luglio, 1919.

In 8vo (cm. 24); pp. 24.


Invio autografo a matita blu: Saluti ENRICO CARDILE. € 200

Fotografie originali FERROVIA Bologna - Pistoia

1859/1864 Fotografo Galli


Rara e preziosa raccolta di 39 (35 + 4 doppie)  grandi fotografie originali montate su cartoncino di  cm. 42,5x34,5 ( foto di cm. 24x19,5 circa). A secco sul cartoncino impresso il nome del fotografo: O. Galli - Firenze.

Sul retro, un foglietto a stampa con la didascalia “Strada ferrata dell’Italia Centrale” e l’indicazione del luogo.

La raccolta è custodita in una grande scatola/album in tela nera moderna.


Con la raccolta di foto, il libro a cura del Gruppo di Studi Alta Valle del Reno, La ferrovia Transappennina,  Porretta Terme, 1985 ed il libro Documenti principali relativi alla Strada Ferrata dell’Italia Centrale. Modena, Soliani, 1852.  € 3400



Si tratta di riprese del fotografo pistoiese O.Galli realizzate per conto dell’impresa costruttrice (Impresa Lapini e C.) attorno al 1864. Le immagini riguardano i principali manufatti in avanzata fase di costruzione od appena ultimati, lungo tutta la linea da Bologna a Pistoia. Spesso, oltre ai viadotti, ponti e gallerie, sono rappresentate anche le maestranze, ritratte nelle pose tipiche del lavoro.


La ferrovia Porrettana  fu il primo collegamento attraverso l’Appennino che, tra la Toscana e l’Emilia Romagna, scavalcava interamente la dorsale appenninica collegando Bologna e Pistoia. Detta anche Strada ferrata dell’Italia Centrale, venne inaugurata ufficialmente da Vittorio Emanuele II nel 1864. Al tempo fu un’opera di enorme portata ingegneristica con le sue 47 gallerie e i 35 ponti e viadotti, per una lunghezza totale di 99 km. Il tratto più difficile risultò quello tra Pracchia e Pistoia, dove in 26 km. doveva essere superato un dislivello di 550 metri. L’impresa fu affidata all’ingegnere francese Jean Louis Protche, che risolse il problema progettando 2 tornanti ferroviari nel tratto Piteccio-Corbezzi. A Porretta Terme è stata dedicata una Piazza a questo Ingegnere e a Vittorio Emanuele che ha inaugurato questa Ferrovia.


Il Fotografo Odoardo Galli risultava, per il solo anno 1863, iscritto al ruolo degli esercenti il commercio a Bologna. Di questo fotografo, associato in alcuni casi a S. Mazzotti, rimangono alcune fotografie della Strada Ferrata Bologna-Pistoia; eseguì anche molti positivi dello Stabilimento termale di Porretta.





Antonio Delfini.


Ritorno in città .


Modena, Guanda editore, Via del Gambero. 1933.

Seconda edizione.

In 16mo (cm. 17,8); copertina originale stampata; pp. 70 (6). 


Si tratta della prima edizione di 500 copie stampata da Vincenzi a Modena, di cui 200 invendute ricopertinate con cambiato il nome dell’editore in “Guanda” nel 1933.

Bella copia molto rara. € 1250

Giardinaggio  alla corte del re Sole



Cardinal Guillaume, Canonico di Beauvais


Le Jardinier Royal

qui enseigne la maniere de planter, cultiver, & dresser toutes sortes d'Arbres.

Avec une briefve méthode pour bien Gresser tous Fruits à noyau. Ensemble le moyen de faire Pépinières, & élever des Arbres pour Espaliers, Contr’Espaliers, Buissons, & toutes sortes d’autres Arbres fruitiers.

      


A Paris,  Charles de Sercy, 1677. In 12mo (cm. 15); legatura coeva in piena pergamena; pp. (8), 224 (8) . € 360


La pubblicazione di questo importante testo ha stimolato in Francia la frutticultura e la coltivazione a spalliera.







Pier Paolo PASOLINI.


Poesie a Casarsa.

Bologna Libreria antiquaria Mario Landi, 1942.

In 16mo (cm. 19,5); Cop. orig. pp. 42 (6). Tiratura di 375 copie. PRIMA edizione del primo libro pubblicato da P.P. Pasolini a proprie spese presso il libraio antiquario  Mario Landi di Bologna .  Ottima copia. € 2900


Il 14 luglio del 1942 Pasolini pubblica, a spese proprie, presso la Libreria Antiquaria Mario Landi di Bologna la raccolta Poesie a Casarsa: quattordici componimenti scritti nel dialetto materno e dedicati al padre nel frontespizio. 

L’opera è subito notata e recensita da Gianfranco Contini che consacra Pasolini poeta, rilevando le qualità linguistiche di Poesie a Casarsa ed evidenziando in particolar modo l’uso del dialetto, nato dalla necessità di scrivere una lingua che fino ad allora era solo parlata.


Le Poesie a Casarsa rappresentano un primo segno di opposizione al potere fascista e il conseguente tentativo di valorizzare il dialetto, in una società che osteggia l’uso delle lingue locali,  poiché proprie delle masse rurali e in cui anche la sinistra predilige l’uso della lingua italiana.

“Il fascismo -ha scritto Pasolini- non tollerava i dialetti, segni dell’irrazionale unità di questo paese dove sono nato, inammissibili e spudorate realtà nel cuore dei nazionalisti” (in P.P.Pasolini, Poeta delle ceneri, a cura di E. Siciliano, in “Nuovi Argomenti”; Roma, luglio 1980).

GIO PONTI



DOMUS.

L’Arte nella casa. Direttore Architetto Gio Ponti.


Domus è una rivista di architettura e design fondata dall’Architetto Gio Ponti e dal padre barnabita Giovanni Semeria nel 1928.   Edita da Editoriale Domus   ha cadenza mensile, 11 numeri all'anno.

Si tratta della più bella ed importante rivista italiana di arredamento ed architettura.


Annata 1932, In folio (cm. 33) rilegatura in tela grezza dell’epoca. Mancano 3 carte nel fascicolo di maggio.  Conservate le copertine originali anteriori . € 350


Annata 1933. In folio (cm. 33) rilegatura in tela grezza dell’eopca. Manca una carta nel fascicolo di Febbraio. Conservate le copertine originali anteriori . € 350


Annata 1934. In folio (cm. 33) rilegatura in tela grezza dell’eopca. Manca una carta nel fascicolo di Aprile, 2 carte nel fasciclo di Maggio, 2 carte nel fascicolo di agosto e 3 nel fascicolo di Novembre.  Conservate le copertine originali anteriori . € 300


Annata 1935 completa . In folio (cm. 33 ) rilegatura in tela blu  dell’epoca.   Conservate le copertine originali anteriori . € 550




Mail:

info@bongiornolibri.it

paolobongiorno1@tin.it


tel. 059  24  44 66

mobile 3355432936

Chi non riceve l’avviso dei nostri listini mensili può farne richiesta  a :


info@bongiornolibri.it


 



Per visualizzare le liste precedenti cliccare all’inizio di questo elenco  sul mese.





Fotografie originali del viaggio di Papa Pio IX


Luigi Angeloni.

Viaggio di sua Santità Papa Pio IX nella città e provincia di Velletri scritto e compilato dal Canonico Angeloni.


Velletri, Tipografia di Angelo Sartori e Comp., 1863.

Album di cm. 27x40; legatura in tela originale, sguardie azzurre; Foto di Pio IX + 52 pagine + 7 foto all’albumina applicate su cartoncino con veline protettive (complessivamente 8 grandi foto all’albumina).

Bella copia stampata su carta forte. € 950


La Lista “PINOCCHIO” è stata aggiornata

Album/Campionario  disegni originali di mobili con coloritura coeva



Album di cm. 29 x 26,5 in mz. pelle e cartone pesante grigio/verde.


Contiene 36 grandi disegni acquerellati all’epoca di mobili (fine Ottocento inizio Novecento) + 6 fotografie originali un po’ rovinate.

Alcune note a matita: Studio, Sala stile ‘500, Studio stile ‘400.


Le note sono sulla pagina dell’album, i disegni eseguiti su veline applicate alla pagina.


Album campionario di mobiliere italiano di inizio Novecento. I disegni sono ben eseguiti, alcuni su foglio ripiegato.   € 550