LIBRERIA ANTIQUARIA BONGIORNO

  Via Lana 72 - 41124 Modena

Tel 059 244466 - mobile 335 5432936


mail: info@bongiornolibri.it

MAGGIO

 

CACCIA con L’ARCHIBUGIO


Vita Bonfadini. 


La caccia dell'arcobugio del Cap. Vita Bonfadini.  Con la prattica del tirare in Volo, in Aere, & à Borita. Con il modo di ammaestrar Bracchi... di conoscere la diversità de gli uccellanti, ove figliano, come covano, quante ova fanno, il tempo, che stanno  e quando partono, di fabricare la Polvere, & i Pallini...


In Bologna, et in Bassano per Gio: Antonio Remondini, (1672). In 12mo (cm. 14); pergamena coeva; pp. 96 con  4 illustrazioni a piena  pagina  che raffigurano: un archibugio, un bracco, il modo di fare la polvere da sparo e la preparazione dei pallini da caccia. 


Buona edizione di una delle prime opere sulla caccia col fucile.


«Il contenuto è importante per la descrizione dell'archibugio, per la tecnica del tiro alla selvaggina in volo o in corsa, per l'addestramento del bracco alla ferma e al riporto, per la cura di alcune sue malattie...» (Ceresoli 104-105).  € 850



FILLIA (Luigi Colombo).



La nuova architettura. Pubblicazione a cura di Fillia. Collaboratori per la raccolta del materiale estero: A. Sartoris, E. Prampolini, G. Vedres, Prof. Thalheimer. Collaboratori per la raccolta del materiale italiano: P. Oriani, Levi Montalcini, P.A. Saladin, Mario Carli.

Torino: Unione Tipografica Editrice Torinese, , 1931.   €1800



In 4to  (32),  pp. 280 in parte numerate ed in parte no. Con tavole su carta lucida e su cartoncino;  velina a protezione di una tavola a colori +  21 tavole su cartoncino (42 immagini) + 82 su carta patinata (con più di 200 immagini architettoniche).


Legatura originale in cartone rigido stampato a 2 colori; alcune arrossature, leggeri danni ai margini delle cerniere, ma bella copia.


Contiene il manifesto “L'architettura futurista” di A. Sant'Elia e saggi originali di F.T. Marinetti, Fillia, E. Prampolini, W. Gropius, Le Corbusier, A. Sartoris, N. Diulgheroff, R. Ginsburger, G. Vedres, A. Lurcat, Von Der Muhll...


Architetti: Aloisio, Anker, Arpinati, Aschieri... Barrez, Bergamin, Bottoni, Braillard... Depero, Diulgheroff, Doicescu... Figini, Fillia, Fiorini... Gambini, Griffini, Gropius, Haring, Le Corbusier, Libera, Pagano, Prampolini, Villa, Taut....


Primo studio completo sull'architettura razionale comparso in Italia.

FUTURISMO


Fillia (Luigi Colombo)


Gli ambienti della nuova architettura.


Torino, Unione Tipografico Editrice Torinese, 1935. In 4to  (32,5), pp. (2), 310, (26). Legatura originale in cartone rigido stampato a 2 colori; 10 tavole a colori f.t. e 471 illustrazioni  riproducenti progetti architettonici, edifici, ambienti, molti dei quali realizzati da artisti futuristi (fra cui Fortunato Depero).


PRIMA edizione  curata dal  futurista Fillia  sulle avanguardie architettoniche dei primi decenni del ‘900 e gli ambienti da esse ideati. Prefazione di Marinetti. Testi di  Oriani, Sartoris, Fillia, Diulgheroff.


Tavole di Bega,  Libera,  Oriani,  Sartoris,   Diulgheroff, Labò,  Pagano, Prampolini, Ro,  Albini, Ponti,  Dottori, Benedetta, Depero, Pozzo, Thayaht,  ecc. Architetture di negozi, edifici pubblici e privati, plastiche murali, costruzioni pubblicitarie. 


Bellissima copia, come nuova. € 1400

Edizione con le tavole a colori


Alessandro Tassoni


La Secchia Rapita arricchita di incisioni in rame.

Firenze, presso Spirito Batelli, 1840.


In 8vo grande (cm 25,2); mezza pelle coeva  a 4 nervi con titolo e fregi in oro ed a secco;  ritratto del Tassoni in antiporta; pp. 373, (3) + una grande tavola genealogica della casa Tassoni più volte ripiegata. Con 25 tavole incise fuori testo (compreso il ritratto). 


Tiratura speciale della preziosa tiratura con le 24 tavole a colori (acquarellatura a mano coeva).


Bella copia. € 580

Perfetto esemplare del capolavoro di Giuseppe Tomasi di Lampedusa




Giuseppe Tomasi di Lampedusa.


Il Gattopardo.

Milano, Feltrinelli, Novembre 1958.

In 8vo (cm. 19,9); copertina originale; pp. 330 (2) + segnalibro editoriale in cartoncino.


PRIMA edizione. Esemplare perfetto. € 1600




Giuseppe Tomasi di Lampedusa.


Il Gattopardo. Edizione conforme al manoscritto del 1957.


Milano, Feltrinelli  1969.  in 8vo (cm. 21,7);  pp. XXI, 376 (2), ritratto fotografico di G. Tomasi + tavole fuori testo in b.n. ed a colori; astuccio originale in tela rossa e carta ill.; copertina originale in tela rossa con stemma in oro dei Tomasi di Lampedusa al centro del piatto anteriore; acetato originale.


Con una premessa  di 16 pagine  di Gioacchino Lanza Tomasi.

Bellissima copia della migliore edizione del “Gattopardo”. 

ROMA nell’Ottocento


Album in tela rossa con impressioni a secco agli angoli e grande scritta in oro al centro “ROMA”

Centimetri 16,2x24.

Raccolta di 42 belle fotografie all’albumina applicate su cartoncini rigidi con manoscritte all’epoca  le didascalie:  Monte Pincio, S. Paolo, San Giovanni, S.M. Maggiore, S. Lorenzo, S. Clemente, Chiostro di S. Giovanni, Castel S. Angelo, Campidoglio, Marco Aurelio, Piazza di Spagna, Piazza Navona, Fontana di Trevi, Fontana Paolina, Foro Traiano, Foro di Nerva, Foro Romano, Terme di Caracalla, Cecilia Metella, Piramide di Caio Cestio, Venere e Roma, Tempio di Vesta,  Fortuna Virile, Quirinale, Basilica di Costantino, Antonino e Faustina, Acquedotto di Claudio, Via Appia, Arco di Settimio Severo, Arco di Tito, Arco di Costantino, Arco di Giano, Arco di Druso, Isola Tiberina.


Splendida raccolta di  nitide fotografie all’abumina (circa  1860/1870)  che documentano una affascinante Roma   nella seconda metà dell’Ottocento. € 580




TRILOGIA I nostri antenati di Italo Calvino


Il barone rampante. Torino, Einaudi, 1957. PRIMA edizione.

Il visconte dimezzato. Torino Einaudi, 1957. Prima edizione nella collana “I coralli”, 

(apparso in prima edizione nella collana “I Gettoni” nel 1952).

Il cavaliere inesistente. Torino, Einaudi, 1959. PRIMA edizione.


Trilogia: €  550



Ognuno dei tre libri nasce da un'immagine ossessiva: un uomo dimezzato, un ragazzo che decide di vivere sugli alberi, un'armatura vuota; in ciascuna di esse ritroviamo una caratteristica dell'autore. Il visconte dimezzato può essere considerata una fiaba d’evasione   e narra la storia di Medardo di Terralba il quale, nel corso della guerra contro i turchi, viene colpito da un cannone che lo divide in due metà esatte. I chirurghi che lo curano sono costretti a ricucirne una sola metà, che poi si rivelerà essere quella malvagia. Il barone rampante narra di Cosimo Piovasco di Rondò che si rifugia su un albero a causa di un piatto di lumache rifiutato, e dal quale non scenderà più. Il cavaliere inesistente descrive, infine, le vicende di Agilulfo, un’armatura che parla e ragiona pur essendo vuota.

Il visconte dimezzato e Il cavaliere inesistente trattano il problema dell’identità, che coinvolgerà Calvino durante l'intero corso della sua vita di scrittore. Egli, infatti, si sentirà sempre diviso tra fiaba e realtà, tra l’esigenza di combattere una lotta politica e quella di leggerezza. 

Ne Il barone rampante, invece, viene espresso il concetto di "pathos della distanza" che Calvino stesso nutre nei confronti della realtà, di cui egli si riconosce osservatore distante ma appassionato.

Boezio Severino

Benedetto Varchi



Deella consolazione della filosofia Tradotta di lingua latina in volgare Fiorentino

In Firenze, 1551 (Lorenzo Torrentino).


In 4to (cm. 21;  pp. 177, (3).

Frontespizio entro bordura architettonica in xilografia con lo stemma dei   Medici  sorretto da due putti, due figure femminili ai lati e due putti che alzano un velo sopra una veduta della città di Firenze.

Bella legatura coeva in piena pergamena floscia.

Bella copia a larghi margini.  


Dedica di Benedetto Varchi  a Cosimo de Medici.  € 650


Boris Leonidovic Pasternak.


Il Dottor Zivago.  Traduzione dal russo di Pietro Zveteremich.

Milano, Feltrinelli, 1957.

In 8vo (cm. 20,3); legatura originale in cartonato editoriale con  sovracop.;  pp. 710, (2).

Prima edizione  del 15 novembre 1957.


Bellissima copia. € 1500

“

I dirigenti letterari sovietici con obiezioni di fondo negarono l’autorizzazione alla pubblicazione  del romanzo.  L'opposizione alla pubblicazione delle autorità sovietiche, e la richiesta di restituzione del manoscritto, giunse all'editore Feltrinelli alla fine dell'estate del 1957, quando la lavorazione del libro era praticamente terminata.


L'edizione italiana dell'opera, nella traduzione di Pietro Zveteremich, diventerà la prima edizione mondiale di quest'opera  così importante  per la   letteratura russa.

Codice di Napoleone il Grande per il Regno d’Italia

Prima edizione



LUOSI, Giuseppe .



Codice di Napoleone il Grande per il Regno d'Italia. Edizione originale e la sola ufficiale.


Milano, Stamperia Reale. Un volume in 4to grande (cm. 27,5); pergamena coeva con  pp. XXXVI, 633, (1) + un bifoglio ripiegato a firma “Il Gran Giudice Ministro della Giustizia Luosi” indirizzato ai tribunali , Regj Procuratori e Giudici del Regno d’Italia.

Milano, nella Reale Stamperia, 1806. Tagli rossi.  Ex libris inciso coevo.


(Unito:)


Indice Alfabetico delle materie contenute dal Codice di Napoleone per facilitarne la pratica.

Brescia, 1806 dalla Tipografia Spinelli e Vallotti, 1806. Stampato per cura di L. Nardini direttore della Regia Stamperia.


ALLEGATO:


INDICE ragionato del Codice Civile di Napoleone il Grande.

Brescia, per Bettoni, 1806. In 8vo (cm. 17,8); legatura in mz. pelle coeva con fregi e tit. in oro; pp. (8), 280. Prima edizione. Ex libris coevo identico a quello precedente .



Testo in italiano, francese e latino  stampato su due colonne. Eccezionale esemplare con doppio indice e allegato.    € 1750


EDIZIONE UFFICIALE della versione italiana, curata da Giuseppe Luosi, del Code de Napoléon, il codice civile dei Francesi, che fu promulgato il 21 marzo del 1804. Il codice fu pubblicato nello stesso anno in altre città italiane  in formati minori.


I lavori di codificazione erano cominciati sotto la Rivoluzione, ma fu Napoleone che li portò a termine, ponendo di fatto termine al diritto comune. Ad esso fecero seguito il codice di procedura civile (1806), il codice di commercio (1807), il codice di procedura penale (1808) e il codice penale (1810).


Tra il 1804 e il 1809 il “Code civil“ entrò in vigore in quasi tutti i territori della penisola italiana. Fu un fatto di rilevanza storica straordinaria, perché grazie ad esso cessarono di esistere le consuetudini locali, gli statuti, i vincoli di feudalità e i fedecommessi che per secoli avevano caratterizzato la vita del nostro paese.


Il Codice di Napoleone il Grande costituì poi la base del codice civile stilato dopo l'Unità d'Italia. Promotore della traduzione in italiano e in latino del codice francese e responsabile della sua introduzione nel Regno italico fu Giuseppe Luosi, dal 1805 Gran Giudice e Ministro della Giustizia. Terminata nei primi giorni del 1806, la versione italiana fu presentata a Napoleone, che si trovava a Monaco di Baviera, da una delegazione capeggiata dallo stesso Luosi. Il nuovo codice entrò in vigore nel Regno italico il 1 aprile del 1806.


Giuseppe Luosi, originario di Mirandola, studiò legge presso l'Università di Modena, dove ebbe come maestro B. Valdrighi, autore del Codice di leggi promulgato dal duca Francesco III nel 1771. Conseguita la laurea nel 1776, egli praticò fino al 1796 la professione di avvocato e notaio presso la sua città natale. Accanto a questa attività principale rivestì anche vari incarichi amministrativi. Nel 1796, coll'arrivo delle truppe napoleoniche, Luosi, che già in precedenza era stato un propugnatore delle idee riformatrici, intraprese una rapida carriera politica, venendo nominato governatore dell'Emilia. Trasferitosi a Milano nel 1807, Napoleone lo pose a capo del ministero della giustizia e della polizia. Presidente del Direttorio dal 1798 e membro della Consulta dal 1800, nel 1805 fu nominato Gran Giudice e Ministro della Giustizia, carica che mantenne senza interruzioni fino al 1814. Dopo l'entrata in vigore del codice da lui tradotto e promosso, Luosi si adoperò per farlo accettare e per attuare i programmi enunciati nelle sedute del Consiglio di Stato. Diede poi impulso alla redazione degli altri codici, anch'essi mutuati dai corrispettivi francesi, ad eccezione del codice di procedura penale, che fu autonomamente redatto nel 1807 sotto la supervisione di G.D. Romagnosi.

Nello stesso anno Luosi pubblicò a Brescia in sei volumi la Collezione dei travagli sul codice penale per Regno d'Italia, contenente, oltre al progetto, le osservazioni dei tribunali e dei procuratori regi. Per i suoi servigi Napoleone lo colmò di titoli ed onori. Fu fatto conte nel 1809, senatore del Regno e membro del R. Istituto di scienze, lettere ed arti nel 1810. Dopo il ritorno degli Austriaci, egli si ritirò a vita privata. Morì a Milano nel 1830. 

(F. Govi. I classici che hanno fatto l’Italia, N. 280, p. 250/1)

(Leo Longanesi).


L’Onesto Signor Bianchi di Leopoldo Marangoni.

Milano, Longanesi e C.  s.d. (1952); copertina originale con disegno di Leo Longanesi.

Pagine 32.

PRIMA rara edizione fuori commercio.

Longanesi   firma  questo racconto fantapolitico con il nome del nonno materno Leopoldo Marangoni. € 200


(Leo Longanesi).


Non ritornò Umberto di Savoia di Donato Martucci.  Copertina originale con disegno di Leo Longanesi ripetuto al frontespizio. Stampato a Torino nel 1953. Pagine 32.

Prima edizione. € 100



BODONI


Clemente Bondi.


Giornata Villereccia. Poemetto in tre canti. Parma, dalla Stamperia Reale (Bodoni)  1773.


In 8vo (cm. 22,7); cartina arancione bodoniana coeva; Frontespizio inciso, pp.  (8) 62 con 3 grandi e raffinate vignette incise in rame (una ogni canto) e fregi tipografici.  Bella copia stampata su carta forte. € 350


PRIMA EDIZIONE, dedicata al conte Girolamo Silvio Martinengo.

L'autore racconta  di  un'allegra scampagnata di una vivace schiera di nobili Alunni del Collegio di S. Francesco Saverio, che sopra umili Cavalcature con libertà villereccia movono sul far dell’alba a un vicino Paese....

Il Bondi, nato vicino Parma, entrò a diciotto anni nella Compagnia di Gesù, studiando prima a Modena, poi a Bologna presso il collegio di S. Francesco Saverio. Quando nel 1773 la Compagnia fu soppressa, egli trovò rifugio a Mantova, dove ricevette l'incarico di bibliotecario presso la famiglia Zanardo, grazie alla quale ebbe modo di conoscere altri ex gesuiti come Andres e Bettinelli. Entrato nelle simpatie dell'arciduca Ferdinando a Milano, Bondi lo seguì in Austria quando questi nel 1796 riparò a Brunn. In qualità di bibliotecario e di ultimo poeta cesareo, restò a Vienna fino alla morte.

Carte militari della Prima Guerra Mondiale.


13  Carte telate  + Serie A e B + 2 carte.

Vari formati: cm. 80x85; cm. 38x79  ecc.


Carte militari telate date in uso agli ufficiali della prima guerra mondiale.  € 350

Ognuna con etichetta:

Cadore, Udine e dintorni, Tagliamento, Alto Cadore zona Carnia, Plava Gorizia, Cadore, Frilui, Carnia,  3 Carte “Ipsometrica della Carsia Giulia”, Bassano, Golfo di Trieste.


Si aggiungono:

Carta Corografica d’Italia, Dotazioni di campagna, riservato personale, Stampa 1913. serie prima (comune alle due radunate). Con fascetta  originale stampata

Carta corografica d’Italia e regioni adiacenti, serie terza (Radunata Nord -Est) Riservato personale , Stampa 1913. Con fascetta originale stampata.


Guerra Italo- Austriaca 1915, 1916, 1917. Carta d’Italia e Regioni limitrofe. Serie B. Stampa Gennaio 1917. Serie di carte raccolte con fascetta originale stampata ( a matita Manca Gorizia e Palma).



Guerra Italo- Austriaca 1915, 1916, 1917. Carta d’Italia e Regioni limitrofe. Serie A. Quadro d’unione.  Stampa Gennaio 1917. Serie di carte raccolte con fascetta originale stampata.

Stampigliato “Carte riservate”.


Strenna per gli amici di Paolo Franci


Rafael Alberti. Balada de la bicicleta con alas.


Milano Scheiwiller, Strenna per gli amici 1967.

In 16mo piccolo (cm. 13,3), copertina originale a colori, pp. (8) + 14 pagine a fisarmonica per cm. 64  con testo e disegni di Rafael Alberti con colori rosso, verde, blu + una pagina con il colophon:

Con la scritta “Strenna per gli amici di Paolo Franci”. Questo opuscolo a cura di Vanni Scheiwiller è stato impresso a Milano dalla Tipografia U. Allegretti di Campi in trecento copie fuori commercio  numerate da 1 a 300. Natale 1967 - Capodanno 1968.  € 280


PRIMA edizione di questo piccolo gioiello di grafica, ballata scritta e illustrata a colori dal poeta con la dedica "a Giovanni Scheiwiller ciclista illustre; Rafael Alberti ciclista modesto”. 



NOVISSIMA - 1907


FONSECA Edoardo 

Novissima. Albo annuale d'arti e lettere. Anno VII


Società Editrice di Novissima 1907.


In 8vo ad album   (22,5x27,5;). Copertina originale illustrata da Duilio Cambellotti  in cartone pesante con dorso in tela; 118 pp. nn.  comprese le tavole e le pubblicità.



Tavole e disegni di Duilio Cambellotti, Augusto Majani, Alfredo Baruffi, Marcello Dudovich, Galileo Chini, Aleardo Terzi...  

Lieve mancanza all’angolo destro della copertina. Ex libris. € 180

Il CAPITALE


Carlo Marx.


Il Capitale. Critica dell’Economia politica. Nuova ristampa.

Vol. IX biblioteca dell’economista.

Torino, Unione Tipografica editrice, 1916.

In 8vo (cm. 25); brossura originale stampata; pp. 682 (4). Segni di colla da nastro trasparente   al dorso e piccole mancanze alla brossura, all’interno ottima copia.


“Segui il tuo corso e lascia dir le genti” Londra 25 Luglio 1867. Carlo Marx . € 65

AVANGUARDIA


Giuliano della Casa - Carlo Cremaschi. Foto di FrancoVaccari.

14 Geiger/S, 1969.

Album di cm. 11x17. L’album si può guardare da ambo le parti e le 2 copertine sono identiche con i 2 artisti sdraiati con le mani incrociate. Pagine con interventi, veline, pagine ripiegate, tabelle, pagine a fisarmonica...


Si tratta di un piccolo gioiello dell’avanguardia; sfogliandolo si capisce l’energia creativa di quegli anni.  € 580


Questo libretto è il documento e il riassunto di una esperienza ormai conclusa svoltasi a Modena tra il 1967 e i primi mesi del 1969 in un’inesistente clima culturale e non essendo il maggior numero di queste opere mai stata esposta è nato appunto come modo di divulgarla senza la mediazione delle gallerie.


Giampiero Mughini, la Stanza dei Libri , p. 127 e seguenti:

.... tra i primissimi in ordine cronologico questo gioiello del 1969 , un libro non libro fatto per essere scovato a fatica dai lettori (io l’ho scoperto tardissimo e per caso) ... testimonia orgogliosamente una ricerca spasmodica dei due autori di creare una loro sintassi visiva. Un libro d’artista talmente bello che Daniela Palazzoli lo volle esporre alla Biennale di Venezia del 1972, nella sezione riservata a quei libri. Era successo che nella Modena del 1967 era stata tentata una manifestazione artistica di cui sarebbero stati protagonisti due artisti tra i più stuzzicanti del modernismo italiano di quegli anni, Carlo Cremaschi e Giuliano della Casa . Per motivi che il libro non dice, non se ne fa niente. Tutto restò allo stato di progetto, gli abbozzi, le opere appena profilate, i gesti comuni, dei due scultori , gli scorci urbani  dove avevano agito, le immagini dei filari di vite accampati nella Pianura Padana... tracce destinate a smarrirsi nella memoria, se non fosse che un terzo modenese e grande fotografo artista del Novecento italiano, Franco Vaccari ... i loro lavori li aveva intercettati e fotografati...

Una leccornia dalla prima pagina all’ultima...

Commedia dell’arte

Maschere

(dedica dell’autore)


Gio. Battista Vicini.

La Commedia dell’Arte e la Maschera. Due Epistole in versi Martelliani del Sig. Abbate Gio. Battista  Vicini al Sig. Abbate Pietro Chiari.

Senza indicazioni tipografiche, ma Modena, 17...

In 8vo (cm. 20,2); cartoncino coevo con bellissima carta dorata impressa con foglie e melograni; pp. XLIV (4). Interessante e colto libretto sullaCommedia dell’arte  e le Maschere.   Sono citati: Tabarrino, Arlecchino, Lucinda, Colombina, Brighella, Pantalone... € 450


Giovanni Battista Vicini nell’elenco degli
Accademici Fluttuanti di Finale Emilia è descritto come Professore di Poesia Italiana nel Collegio de’ Nobili di San Carlo di Modena. Nell’Accademia dei Dissonanti di Modena, dove era aggregato, si legge che ’Nato a Finale nel 1709 e morto a Modena nel 1782. Abate, appartenente all’Arcadia, poeta primario di Corte e storico di Correggio. Alcuni suoi scritti in versi sono ricordati dal Tiraboschi. Appartenne alla Colonia Erculea dell’Arcadia con il nome di Filidoro Meonidese’.
Un tranquillo professore, parrebbe. Salvo che un testimone d’eccezione , Carlo Goldoni, assiste ad una scena molto particolare , attraverso la quale e per quanto poi si leggerà in L.A.Muratori, Vicini appare una personalità molto diversa.

In mezzo a una grande folla vidi un patibolo alto cinque piedi, sul quale stava un uomo a testa scoperta e con le mani legate: era un abate, che conoscevo, letterato assai illuminato, celebre poeta, conosciutissimo e stimatissimo in Italia: era l’abate G. B.Vicini. Un prete teneva in mano un libro; un altro interrogava il paziente, il quale rispondeva con alterigia; gli spettatori battevano le mani e lo incoraggiavano; i rimproveri aumentavano, l’uomo oltraggiato fremeva. Non potei resistere oltre; me ne andai pensoso, scosso, stordito; immediatamente fui assalito dai miei vapori; rincasai, mi chiusi in camera, immerso in tristissime riflessioni, umiliantissime per l’umanità. ‘Gran Dio!’ dicevo tra me, a che cosa non siamo esposti in questa breve vita che siamo costretti a trascinare? Ecco un uomo accusato d’aver tenuto discorsi scandalosi a una donna che era andata a confessarsi. Ma chi l’avrà denunciato? E’ stata la donna medesima. Cielo! Non è dunque punizione sufficiente essere disgraziati? (Carlo Goldoni, Memorie.)

Corse dei cavalli

Jockey Club Italiano.



Annuario Ufficiale delle Corse di Cavalli pubblicato per cura dei Commissari del Jockey Club Italiano. 1907- 1908. Volume XXVII.

Roma, (1908) presso la segreteria del Jockey Club.


In 8vo (cm. 18); bella  e solida legatura in piena pelle con fregi e titolo in oro al dorso; pp. 1006 (2). Bella copia. € 80


Statuto del Jockey Club, Regolamento per le corse, Nomi e colori dei proprietari, Calendario per il 1908, Premi 1907, Premio Milano 1909, Gran premio Parioli, Derby Reale, Elenco Gentlemen, Riders, Elenco dei Fantini, Indice dei castroni, Regolamento per le piste d’esercizio, Elenco degli Stalloni purosangue, Regolamento per la monta degli stalloni, Norme e tariffe per il trasporto dei Cavalli...


Gabriele d’Annunzio.


La Riscossa.


Edizione fuori commercio a cura del Sottosegretariato per la stampa .

Milano, Bestetti e Tuminelli, (1918).


In 16mo (cm. 16,3); legatura stampata in xilografia originale; xilografia in antiporta e  frontespizio con titolo e cornice  xilografico di G.A. Sartorio; pp. 171 (5).  Bella copia PRIMA edizione. € 85

NOUVELLE HELOISE


Jean Jacques Rousseau.


Julie ou la Nouvelle Héloise Lettres de deux amans habitans d’une petite ville au pied des Alpes recuillies et publiées par J.J. Rousseau.


Nouvelle édition originale, revue e corrigée par l’Editeur.


Due volumi in 4to grande (cm. 28); belle legature in mezza pelle con fregi in oro; pp. (2), XXXII, VIII, 382 + 6 belle tavole incise fuori testo: Londres, 1774; pp. (2), 399 (19 + 6 belle tavole incise fuori testo.


Alcune carte uniformemente arrossate ma buona copia. Ex libris Ettienne Della Valle. € 650

Camillo Sbarbaro.


Pianissimo.

Venezia, Neri Pozza, 1954.


In 8vo (cm. 21,2); copertina originale stampata; pp. 82 (2). Questo libretto che non credevo di ristampare, rivede oggi la luce per iniziativa dell’editore Neri Pozza. Son passati , da quando uscì quarant’anni... Pianissimo è la mia voce di quando ero vivo; da allora (e cioè da quando imparai ad appagarmi d’un colore del cielo), una voce che mi scotta ogni volta che la riodo.

Spotorno, marzo 1954. Camillo Sbarbaro.


Firma di appartenenza di Giorgio Petrocchi con la data: Roma, 22 gennaio 1955.


Giorgio Petrocchi, critico e filologo italiano (Tivoli 1921 - Roma 1989). Indagatore di tutto il nostro patrimonio letterario, dal Duecento al Novecento, come filologo ha curato numerose edizioni critiche.  € 180

Instituzioni meccaniche



Guido Grandi.


Instituzioni meccaniche. Trattato del P. Abate D. Guido Grandi ex Generale Camaldolese, e Professore di Matematica nell’Università di Pisa ...

In Firenze, nella Stamperia di S.A.R. per Gio. Gaetano Tartini e Santi Franchi, 1739.


In 8vo grande (cm. 21,2);  pp. VIII,  160 + 20 TAVOLE incise ripiegate:


Frontespizio in rosso e nero, testate e bei capilettera istoriati.

Bella  e solida legatura coeva in piena pergamena rigida.


Bellissima copia a larghi margini stampata su carta forte.

PRIMA edizione. € 580


Le Instituzioni meccaniche esclusero la meccanica celeste (che avrebbe imposto di trattare la tesi eliocentrica) e le implicazioni cosmologiche della meccanica newtoniana. Questi limiti, non intrinseci alla cultura del G., furono in parte voluti (in astronomia e cosmologia), in parte dovuti a un crollo della salute, che gli rese impossibile intervenire estesamente sui testi.

Gaetano de Bottis.


Ragionamento istorico intorno a’ nuovi vulcani comparsi nella fine dell’anno scorso 1760 nel Territorio della Torre del Greco.


In Napoli,  Stamperia Simoniana, 1761.

In 4to grande (cm. 26,5); buona legatura coeva in cartone rigido con carta marmorizzata; segnalibro in seta verde; pp. 67 (1) + 2 grandi tavole più volte ripiegate (cm. 43x 56 circa):

Veduta del Vesuvio, de’ nuovi vulcani,  e del cammino della lava dal Casino di D. Salvatore Falanga situata dalla parte della Torre del Greco; Aspetto dalla parte di Occidente de’ nuovi Monticelli formati da’ Vulcani che comparvero nel territorio della Torre del Greco il giorno 23 del mese di Dicembre dell’anno 1760....

€ 1200

Lucio Anneo Seneca.


Tragoediae: omni studio , ac diligentia à mendis expurgatae.


Venezia, ex Officina Benedictum Milocum, 1677.


In 12mo (cm. 12,6); cartonato coevo; pp. 324 (2).

Hercules Furens; Thyestes; Thebais; Hippolytus; Oedipus; Medea; Agamennon; Hercules...

€ 130

Gabriele d’Annunzio.


Scatola in metallo colorato con scritte in oro per biscotti SAIWA. Cm. 24x24x24.


€ 380


Sul coperchio motto “Memento Audere Semper”   e scritta in oro di Gabriele d’Annunzio:


Queste vostre nuovissime scatole di biscotti fini superano in finezza e in bontà le migliori d’Inghilterra .

Son troppo squisite per me.

Vi ringrazio e vi lodo...

Il Vittoriale  II Marzo 1929

GABRIELE d’ANNUNZIO marinaio


Alla S.A.I.W.A.

Domenico Cini.


Osservazioni storiche sopra l’antico stato della Montagna Pistoiese con un discorso sopra l’origine di Pistoia del Capitano Domenico Cini della Terra di San Marcello Accademico Etrusco di Cortona...


In Firenze, nella Stamperia di S.A. R, Per Gio.  Gaeatano Tartini  e Santi Franchi, 1737.

In 4to (cm. 22,5); bella ed elegante legatura coeva in piena pelle maculata con cornice in oro ai piatti; dorso a 5 nervi con ricchi fregi e titolo in oro; tagli dorati; sguardie in carta  colorata; pp. XII, 280. Bellissima copia. PRIMA edizione. € 950


PITTURE d’ERCOLANO



Le Pitture antiche d’Ercolano e contorni incise con qualche spiegazione.

Napoli, nella Regia Stamperia, 1762.


Tomo terzo. In folio (cm. 48); legatura in mz. pelle dell’Ottocento; dorso a 5 nervi con fregi e titolo in oro.


Frontespizio con incisa medaglia  di Carlo III  e Minerva ,  pp. XVII (1), 339, (13) di cui 52  belle Tavole incise su 61  (compresa l’antiporta che qui manca).  Con 61 grandi vignette all’inizio della descrizione di ogni tavola + 30 piccole vignette + 63 capilettera  figurati incisi.   € 950





Prima edizione   stampata in Italia fuori commercio


John Ronald Reuel Tolkien.


Il Signore degli Anelli. Trilogia. Edizione italiana a cura di Quirino Principe. Traduzione di Vicky Alliata di Villafranca.

Introduzione di Elémire ZOLLA.


Milano, Rusconi, 1970.


In 8vo (cm. 22); legatura in pelle marrone a 4 nervi, titolo in oro al dorso; astuccio originale; pp. 1359 (7) + grande  carta geografica più volte ripiegata.

Prima edizione italiana stampata in 300 copie numerate “ad personam”.


Il libro non è stato mai messo in commercio. Contenuto in una bella custodia marmorizzata marrone, è stato stampato in sole 300 copie e donato a personalità del mondo dell’editoria, della cultura e della politica di quegli anni.

Le copie sono   stampate con il nome di chi ricevette il volume  e numerate. 

Rarissimo. € 2600

Arte d’intagliare il rame


Filippo Baldinucci.


Cominciamento e progresso dell’Arte dell’intagliare in rame, colle vite di molti de’ più eccellenti Maestri della stessa Professione. Opera di Filippo Baldinucci Fiorentino, Accademico della Crusca. All’Illustriss. Sig. Abate Francesco Marucelli.

In Firenze, Nella Stamperia di Piero Matini all’ins. del Lion d’Oro, 1686.

In 4to grande (cm. 26); legatura coeva in piena pergamena; grande vignetta incisa con l’emblema dell’Accademia della Crusca al frontespizio; pp. (8), VIII, 124.

Bellissima copia ad ampi margini. PRIMA edizione di una delle più importanti opere del Baldinucci che gli valse l’ammissione all’Accademia della Crusca con il nome di Lustrato: il grande storico dell’arte Julius Schlosser Magnino lo considerò un venerando antenato della sua professione.

Nel 1681 fu a Roma dove Francesco Marucelli lo introdusse alla corte di Cristina di Svezia che gli commissionò la vita di G.L. Bernini, morto l’anno prima e da lei enormemente ammirato .

Dopo il Proemio, che traccia una storia generale della disciplina, vi sono, nell’ordine, le vite di A. Durer, Luca di Leida, M.A. Raimondi, Aldegraef, Hubert Goltz, G. Sadalaer, A. Tempesta, R. Sadalaer, Heinrich Goltz, G. Saenredam, E. Sadalaer, J. Callot, C. Bloemaert, S. della Bella, Rembrandt, P. Testa, R. Nanteuil, F. Spierre. Chiude il volume l’Indice delle cose notabili.


Cicognara, 248: Opera sempre pregevole, poiche' la prima che ci ha parlato delle teorie, e delle memorie di questa classe di artisti, e di opere, oltre al servire per i vocaboli tecnici di testo di Lingua. € 2000



Salvatore Quasimodo.


Oboe sommerso.


Genova,  Edizioni di "Circoli", 1932.


In 8vo (cm. 20,3);  copertina originale, pp. 121, (7).

DEDICA AUTOGRAFA  di Quasimodo all'occhietto “a R. B. che ama la sua terra e i suoi poeti. Imperia, Settembre  1932” (nel 1931 il poeta aveva lasciato Firenze per trasferirsi a Imperia, dove lavorò presso il locale Genio Civile). € 1200


PRIMA edizione, in  515  copie numerate, della seconda raccolta lirica di Quasimodo che si inserisce perfettamente nel clima ermetico di quegli anni.

FUTURISMO


Fernando CERVELLI.


Risate Esplosive con una prefazione sintetica di F.T. Marinetti dell’Accademia d’Italia. Futurmanifesto contro le Barbe, Parole in libertà, Maschere futuriste... Vietato l’ingresso ai minorenni e a tutti i ruderi barbuti imperlati di acida sapienza.

Roma, Futuredizioni “Le Smorfie”, 1933. In 8vo grande (cm. 24,3); copertina originale stampata; ritratto di F.T. Marinetti a piena pagina su carta lucida; pp. 175 (5); con due tavole fuori testo su carta lucida. Illustrazioni anche a piena pagina : FuturBalla ritratto esplosivo del poeta Fernando Cervelli; Galoppata di Spaghi. Bella dedica autografa a tre colori che occupa tutta la prima carta bianca.

Facsimile di firma a p. 175 sotto la scritta a stampa: Con vivissimi rallegramenti auguri futuristi mi dedico questo libro.         € 570

Economia


Lodovico Ricci.


Riforma degl’ Istituti Pii della Città di Modena.


In Modena, per gli  Eredi di Bartolomeo  Soliani, (1787). In 8vo (cm. 21)  VII (1), 221 (3) Cartonato coevo. Bella copia con barbe.  PRIMA  edizione.   € 600


Le idee che in essa si espongono fanno del Ricci un precursore di Malthus:


"Questi principi hanno molta affinità con quelli sviluppati undici anni dopo, nel 1798, dal Sig. Malthus nella sua opera sulla popolazione". Pecchio, p. 250.


Dell’Albergo dei Poveri di Modena; Delle orfane di San Geminiano; Del cimitero; De’ Pazzi di Modena e in Reggio; Del Sussidio dei carcerati; De’ Fanciulli esposti ed illegittimi; Del collegio, ossia ritiro delle Cittadine; Del Sussidio delle Arti; Del patrimonio degli invalidi; Delle nuove massime dell’Economia e della Contrattazione; Degli Appalti e delle Subaste ...

COSTUMI ROMANI




Charles Hullmandel  (1789 - 1850)  & Bartolomeo Pinelli.


Roman Costumes Drawn from Nature by Pinelli and C. Hullmandel on Stone by C. Hullmandel.


London, C. Hullmandel for Rodwell & Martin s.d. (1820).

In folio (cm. 43);  legatura dell’epoca in mz. pelle  con punte e tit. in oro al dorso; 24 bellissime litografie a colori  + una pagina in litografia per il titolo.  € 1900


Charles Hullmandel (1789-1850) è stato un litografo inglese.


Personaggio fra i più importanti per l'evoluzione tecnica della litografia britannica del primo Ottocento,  Hullmandel era figlio del compositore tedesco Nicolas-Joseph Hüllmandel  e della ricca ereditiera francese Camille Aurore Ducazan che, sposatisi a Parigi nel 1797, allo scoppio della  Rivoluzione francese fuggirono a Londra dove nacquero appunto Charles Joseph e la sorella Evelina (che seguì poi le orme paterne diventando insegnante di pianoforte e compositrice). Dopo aver trascorso parecchi anni nell'Europa continentale apprendendo i procedimenti d'incisione, lavorò presso il suo studio londinese al numero 51 di Great Marlborough Street dal  1819 fino alla morte producendo migliaia di stampe che portano il suo nome.


Inventato solo una ventina d'anni prima in Baviera, il processo litografico  stava conoscendo proprio in quel periodo una rapida diffusione insieme con una serie incessante di miglioramenti tecnologici, cui Hullmandel diede un indubbio contributo.


Il metodo di riproduzione da lui elaborato consentiva infatti un'ottima resa grafica anche per i colori tenui, permettendo così l'impressione delle varie sfumature espressive e gli esiti della pittura ad acquarello.  Gli fu perciò possibile stampare le opere di quella pittura paesaggistica  tipica dell'arte romantica  resa particolarmente popolare in Inghilterra da William Turner.  Eccezionali in campo artistico, le stampe di Hullmandel furono particolarmente ricercate anche per le opere di storia naturale, geografia e geologia.

11 Acquetinte originali di FRANCO GENTILINI

Tiratura di 20 esemplari


Giovanni Boccaccio


Decameron di Giovanni Boccaccio a cura di Piero Chiara. Nota storica filologica di Vittorio Branca-

Undici tavole a colori di Franco Gentilini.

Milano, Edizioni di pregio S.E.D.D., 1975.


In folio (cm. 32); pp. XVII (1), 556 (6) + 11 bellissime incisioni originali di Franco Gentilini firmate e numerate a matita (XIV su 20) .

Elegante legatura in marocchino rosso  con astuccio eseguita da Giovanni de Stefanis; Taglio superiore dorato.

Tiratura di   99 esemplari contrassegnati da numeri arabi . Le undici acqueforti/acquetinte a colori di Franco Gentilini sono state impresse dai torchi di Giokaj e singolarmente numerate e firmate dall’artista. L’opera è stata stampata da Luigi Maestri.


La nostra copia fa parte della tiratura fuori commercio in venti esemplari contrassegnati dai numeri romani riservati ai collaboratori.  € 1900


 



 


Città di Rimini


Carlo Tonini.


Compendio della Storia di Rimini. Parte prima dalle origini all’anno 1500 ultimo per la Signoria Malatestiana.

Rimini, Tipografia Renzetti, 1895.

In 4to (cm. 23,3); Pianta della Città di Rimini ripiegata, pp.  XXII (2) + 600. € 200


Fortunato Depero


VI Esposizione sindacale d’arte Trento .

Pittura Scultura Bianco e Nero Arte Pubblicitaria Fascista e Sportiva Mostra del Libro .

Trento, Tipografia Editrice Esperia, 1937 - Anno XV E.F.

In 16mo (cm.19), pp. 76 (4) + 26 riproduzioni di quadri e sculture su tavole fuori testo in carta patinata.  Bella copertina originale a colori. Grafica modernissima. €  120

Francesco Barozzi.


Cosmografia in quattro libri diuisa, la quale con sommo ordine, e marauigliosa facilità, e breuità introduce alla grande mathematica costruttione di Tolomeo, & à tutta l'astrologia. Composta da Francesco Barozzi gentil'huomo venetiano. Con la prefatione di esso autore ... Preciede ancho alcuni communi mathematici, arithmetici, & geometrici principij, con alcune cose di nuovo dall'autore ritrovate ..


In Venetia, presso Gratioso Perchacino, 1607


In 8vo (cm. 18); cartonato coevo un po’ sporco;  carte (8), 230 (16) con numerose illustrazioni xilografiche nel testo e TRE TAVOLE  xilografiche più volte ripiegate fuori testo.


Prima edizione italiana, postuma, la prima edizione in lingua latina vide la luce nel 1585. Cantamessa, 618.  € 1500


Francesco Barozzi, gentiluomo veneziano, lasciò varie traduzioni e opere originali d’argomento matematico. Sotto l’accusa di stregoneria venne processato a Venezia dal Sant’Uffizio (1587) e condannato al carcere, a multe e obbligato a compiere opere pie.

L’opera tratta in prevalenza di aritmetica, geometria e cosmografia. Tratta di astrologia nei Libri Secondo e Terzo della Cosmographia in termini generali e sotto il profilo astronomico. L’astrologia è comunque qui considerata una scienza derivata dall’astronomia, ma dotata di minore dignità.

ARCHITETTURA

Primo numero di Quadrante


QUADRANTE 1


Rivista mensile. Maggio Anno XI. (1933)

Massimo Bontempelli - P.M. Bardi Direttori.


In 4to grande (cm. 29,8); copertina originale stampata in verde e nero; pp. 32 + 10 di pubblicità + 8 tavole su carta patinata. Copia perfetta. € 155

Quattordici disegni di Cagli nel testo.

Sommario del primo numero di Quadrante: Principii (Bontempelli e Bardi) ; Ardita (ristampa da Mussolini) Commento di Nino d'Aroma ; Tradimento (Galliani) ; Programma d'architettura (11 architetti) ; Significato estetico del razionalismo (Pensabene) ; Contro l'intelligenza sedentaria (Ciocca) ; Rome et nous (W. George) ; Esortazione a imitare i francesi (Brodero) ; America (Soldati) ; Avvenire del funzionalismo (Sartoris) ; Ufficio di Roma (Rist. di Bontempelli) ; Muri ai pittori (Cagli) commento di Spaini ; Nord-Sud (C.B.) ; Situazione grafica (Modiano) ; Ritratto d'uomo autorevole (P.M. Bardi ) ; Colloquio con Casella (Belli) ; Detto senza un'oncia di pessimismo (A. Bizzarri) ; Esperienza corporativa nella vita di fabbrica (Giovenale) ; Moda: Un problema (Soresina) ; Via Veio (Santangelo) ; Cinque corsivi di M.B.


Primo numero della Rivista fondata da Bardi e Bontempelli nel 1933 a favore dell'architettura razionalista di Terragni e Michelucci, con l'appoggio anche finanziario di Terragni. La rivista aperta anche a dibattiti letterari, artistici e musicali ebbe un respiro internazionale, cessò la sua pubblicazione nel 1936.

Gioco Cinese


Nuovo dilettevole Giuoco Chinese.

Milano, presso li Frat. Bettalli Cont. del Cappello N. 4031,  senza data ma primi anni dell’Ottocento.


In 8vo (cm. 18,5), frontespizio con titolo e spiegazioni incise +   28 carte di Tavole   incise con figure geometriche.  Cartoncino originale stampato con cornici ai due piatti.  € 240


Questa ingegnosa  invenzione e' fondata sopra principij geometrici, e consiste in 7 pezzi cioe' 5 triangoli, un quadrato ed un parallelogrammo, i quali possono essere combinati in modo da formare piu' di 300 figure curiose

Libro di giochi contenente un rompicapo cinese. Si tratta di un puzzle formato da 7 poligoni (5 triangoli, un quadrato ed un parallelogrammo) che devono essere montati al fine di formare una figura (talvolta e' possibile creare piu' figure). Il tangram si diffuse in Oriente nel Settecento per poi arrivare anche negli Stati Uniti ed in Europa. Questo, pubblicato a Milano, presso Bettalli, e' uno dei primi ad essere pubblicato in Europa. 

INCISIONI ORIGINALI

Giulio Ricci.


Anche l'amore è un dovere. Testo e illustrazioni di Giulio Ricci, con breve prefazione di Cesare Ratta.


Bologna, Officina della Scuola di Arte tipografica del Comune diBologna, 1923.


In folio (cm. 42,5);  copertina originale  a colori; pp. 51, (3) incorniciate da arabeschi, iniziali e finali ornati, 6 tavv. xilografiche nel testo e 4   ACQUEFORTI  originali stampate su cartoncino.


Rara Prima ed unica edizione, tirata in 200 esemplari. Nostra copia n. 87.  € 250


La pubblicazione era prevista con 8 acqueforti originali (elencate nell’indice), ma solo le prime copie sono   complete delle 8 incisioni  e man mano che si va avanti nella numerazione diminuisce il numero delle incisioni.

A causa di un litigio, Giulio Ricci non consegnò a Cesare Ratta, che curò la composizione tipografica, la serie delle incisioni,  per questa ragione alcuni esemplari ne hanno solo 2 altri 3 ecc.

Carlo Gregorio Rosignoli.


Il Giuoco di Fortuna overo il bene, e’l male de’Giuochi opera di Carlo Gregorio Rosignoli della Compagnia del Giesù.


In Modona, per Antonio Capponi, 1703.


In 12mo (cm. 13,5);  pp. 236; cartonato coevo un po’ sporco con vecchia tela di rinforzo al dorso.

Emblema della Compagnia di Gesu' inciso   al frontespizio. 


Seconda edizione (la prima era apparsa a Milano tre anni prima), molto rara, di questo trattato diretto contro i giochi e gli eccessi cui essi portano.

L'autore condanna  l'abitudine al gioco, soprattutto dei giochi di carte e di dadi, concedendo una sua rispettabilita' morale solo agli scacchi.  € 240


Nel corso della trattazione  porta esempi morali indirizzati contro il vizio del gioco, diffondendosi in descrizioni ed aneddoti assai curiosi:

Sogno gabba un giocatore; Dottori che riconoscono il demonio per inventore de’ giuochi vitiosi; Alfabeto de’ vizi del giuoco; Il demonio invocato fa vincere un giocatore;

Giocatori vendutisi al demonio;  Alcuni Cavalieri atterriti nel giuoco dal fulmine;  Le carte e i dadi banditi da San Roberto Bellarmino, Le bestemmie dette dai giocatori; San Filippo Neri emendatore dei giocatori, Il divieto dei giochi in Milano, L'incendio delle carte e dei dadi; L’atteggiamento del Petrarca e di Pico della Mirandola nei confronti del gioco.

Condannati a morte


Giuliano Sabbatini.



Memorie del Pio Istituto della Conforteria assunto già dai primi Fondatori della Venerabile Confraternita di S. Giovanni Battista di Modena detta l’Ospitale della Morte fino al 1372 e ristaurato nel corrente Anno 1755.



Modena, Eredi di Bartolomeo Soliani, s.d. (1755). In 8vo (cm. 18); cartone coevo; pp. 221, (1) + una tavola in xilografia dopo p. 106, (divisa del condannato a morte).  € 650


Divideremo quest’opera in quattro parti. Nella prima daremo notizia dei principi della nostra Confraternita...

Nella seconda parte daremo il metodo che, anche attualmente, si pratica dalla Confraternita in tutta la funzione di ricevere in consegna de’ condannati, di confortarli la notte, di accompagnarli al supplizio, di distaccarne dal patibolo i cadaveri...


Nella terza parte daremo i nomi dei Confratelli nuovamente aggregati...


Nella quarta parte daremo gli estratti, o sia la copia per disteso dei documenti, che andremo citando nel corso di queste memorie...


Con una dettagliata descrizione della funzione sino alla morte seguita del condannato (forca o mannaia) e descrizione della veste del condannato. Lievi spellature al dorso.

Rivoluzioni di Napoli


Alessandro Giraffi.


Le rivolutioni di Napoli. Descritte da Signor Alessandro Giraffi con pienissimo ragguaglio d’ogni successo, e trattati secreti e palesi. Di nuovo ristampato e ampliato con l’aggiunta delle Capitolazioni seguite tra il Vicerè, e Popolo di essa Città. Insertovi parimente nel fine del presente Libro la traduzione di tutte le lettere, che in esso si contengono, dallo Spagnuolo in Idioma Italiano per più comodo e intelligenza di chi legge.


In Parma, per Paolo Monti, 1718. In 12mo (cm. 14); cartonato coevo; pp.311. Buona copia.  € 160

INNOCENTI - Milano



Milano,  Servizio Pubbliche Relazioni della Innocenti, 1966.


In 4to grande (cm. 30,3),

Legatura originale in mz. pelle e  tela con impressione a secco; pp. 114  con grandi tavole ripiegate. Lievi screpolature alla pelle del dorso, ma bella copia. € 350


Interessantissima documentazione fotografica dello Stabilimento INNOCENTI di Milano.

Ingriffettato alla prima carta di guardia il biglietto da visita del Dott. Ing. Luigi Innocenti.


Fotografie di Arno Hammacher, Roberto Zabban, Centro fotografico Innocenti.

Impaginazione Heinz Waibl.

Giovan Battista Vicini.


Egloghe d’alcuni de’ migliori Poeti Latini del 1400 e 1500 in versi sciolti ridotte da Gio Battista Vicini. Con tre Egloghe tratte dal POPE.


In Parigi (probabilmente Venezia o Padova ), 1764.  € 260


In 8vo  (cm. 18,6); buona legatura coeva in mz. pelle con fregi e titolo in oro; Antiporta incisa da Antonio Baratti su disegno di A. Novelli. Frontespizio inciso pp. 26 nn. + 2 tavole incise + CX pagine + 2  tavole incise + 2 pagine con l’avviso al legatore per collocar figure + pagina d’errata.


Il Gallo caricaturista.

Gabriele d’Annunzio


Milano, 7 Giugno, 1814.


In folio (cm. 16); pp. 12. Bella caricatura a colori di GABRIELE d’ANNUNZIO nella prima pagina:


Completamente guarito Gabriele d’Annunzio fa ritorno ad Arcachon, lo assistono i voti di tutti i mercatanti di cinematografie lungo il chilometraggio.  € 85

Orologi solari

Correzioni dell’AUTORE

Esemplare appartenuto al matematico  Giuseppe Santini




Giuseppe Maria Figatelli.


Retta Linea Gnomonica di Giuseppe Maria Figatelli Centese.


Overo brevissima estensione instruttiva fra due punti di chiarezza, e facilità per delineare Horologi Horizontali, Verticali, e Riflessi, con alcuni pochi de’ più usati fra portatili.

operetta assai dilettevole per il nuovo, e universal modo d’operare, in qual si sia HOROLOGIO Riflesso.


In Forlì, Per Gio Conzatti, Al segno della Livia, 1667.


In 4to (cm. 20); pergamena coeva; pp. 83 (1) + 4 carte di tavole ripiegate. PRIMA edizione molto rara.  Tracce di tarlo al margine inferiore bianco delle prime 4 carte. € 2800


CORREZIONI autografe  di Figatelli alla prima carta ripiegata, Alla pagina 19 (16 righe al margine bianco); nota a metà pagina 21; correzioni a pagina 33; pagina 39; pagina 52.

Acrostici per la nascita del Principe di Modena

(futuro FRANCESCO V)


Per l’avventurosa nascita del Principe Ereditario al Trono Estense onorando la bassa Italia l’Augusta presenzadi Cesare voto alla Pace Universale di L. P. consecrato alle Benemerite Aitorità di Modena .


Modena, co’ Tipi della Società Tipografica 1819.

In 8vo (cm. 21,2); carone rigido coevo con cornici a secco in oro (sbiadite), pp. 22 non numerate. Raro. € 250


Acrostico composto venti giorni prima dell’augurato parto di S.A.R.  Maria Bearice Arciduchessa di Modena ( si forma il nome MARIA BEATRICE).


Monogramma II (forma ul nome FRACISCUS)

Il Trionfo della Religione (forma: VIVA PIO VII)

...................

In fine:  ALLA PACE Inno Orientale.

Mail:

info@bongiornolibri.it



tel. 059  24  44 66

mobile 3355432936


Per visualizzare le liste precedenti cliccare all’inizio di questo elenco  sul mese.

Chi non riceve   l’avviso dei nostri listini mensili può farne richiesta  a :


info@bongiornolibri.it


 

Stampato  a Colle AMENO

Giuochi e Giuochi di carte


Raffael Bisteghi


Il Giuoco pratico o sieno capitoli diversi che servono di regola ad una raccolta di Giuochi più praticati nelle conversazioni d’Italia .

Al Nobile ed Eccelso il Signor Conte Ovidio Bargellini Senator di Bologna. In questa ristampa alquanto accresciuti e ricorretti.

COLLE AMENO, 1760.

In 12mo (cm. 13,8); cartonato coevo; pp. 184.  € 550


Giuoco del Bigliardo, del Trucco da Re, Della guerra, Del trucco da terra, Giuoco delle BOCCIE, Del Pallone, Della Racchetta, Scacchi, Dama, Minchiate, Tarochini, Giuoco detto Milloni, Dell’Ombre, Tresette, Baziga, Galinella, Primiera, Cucù, Pentolino, Bestia, Faraone, Trionfo, Veneziana, Picchetto, Biribisso, Cavagnola, Garilè.

Carta di Parigi


Nouveau guide de l’étranger dans Paris. Plan monumental.

Pubblicata da Ledot nel 1880 circa


Bella carta più volte ripiegata di cm. 42 x 58 disegnata da J. Jourdan e incisa da Barthelemier .

Raccolta in legatura in tela rossa con impressioni in oro, pubblicità di Toilette de Venus alla sguardia interna.   €  130




Alfonso Gatto.


Morto ai paesi

Poesie


Modena, Guanda, 1937.


PRIMA edizione di 500 copie numerate. In 16mo (cm. 19,5); copertina originale; pp. 70, (2). Ottimo stato di conservazione. 

€ 450


BATTAGLIA DI LEPANTO.



Parafrasi poetica sopra alcuni Salmi di David Profeta, molto accomodate per render gratie a Dio della Vittoria donata al Christianesmo contra Turchi...


In Venetia, appresso Nicolò Bevilacqua, 1571. In 4to, pp. 16.


PRIMA edizione pubblicata in occasione della vittoria di Lepanto.   € 850


Riccardo Bacchelli.


Poemi lirici, 1914.


Bologna, Zanichelli, 1914.

In 16mo (cm. 19,7); cop. orig.; pp. 130 (2).  Pecetta “la Voce” in copertina. Bella copia


PRIMA edizione.  € 500

Costumi della Persia

Gautier.

La Perse, 1814.

In 16mo (cm. 16); legatura fine Ottocento inizio Nov. in tela con tassello e tit. al dorso.


Raccolta di 39 incisioni riguardanti la Persia, vedute, costumi, strumenti musicali ecc.

€ 200